menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Venezia, esplosione nella notte: molotov da un'auto in corsa

Il grave episodio si e' verificato nella notte tra sabato 21 e domenica 22 maggio a mezzonatte e mezza: secondo i testimoni la bottiglia è stata lanciata in corrispondenza con la rotonda che porta in via Naviglio Alto, sul marciapiede i segni della bruciatura

Nella notte tra sabato 21 e domenica 22 maggio una bottiglia molotov e' stata lanciata da un'auto in corsa che stava transitando lungo via Venezia, all'altezza della rotonda e che si è poi diretta in via Cuneo. Era circa mezzanotte e mezzo quando le persone presenti in zona, compreso i proprietari del bar Laguna, che si trova di fianco alla rotonda, hanno visto una fiammata ed hanno sentito lo scoppio. Sul marciapiede è rimasto il segno della bruciatura: la bottiglia molotov, probabilmente fabbricata in casa, è stata lanciata dall'auto, che si è poi allontanata velocemente. I presenti hanno chiamato la Polizia, che è giunta sul posto ed ha bloccato la strada: le indagini su quanto accaduto sono in corso.

L'auto, della quale una persona presente è riuscita a segnare la targa che ha subito comunicato alla Polizia, proveniva da via Venezia e si è poi spostata velocemente in via Cuneo. "Non siamo riusciti a vedere quante persone ci fossero a bordo e se fossero italiani o stranieri" sottolinea la proprietaria del bar, che è uscita immediatamente in strada per vedere cosa fosse accaduto. "Pensavamo che un'auto avesse colpito il marciapiede, ma poi abbiamo visto la fiammata. Ci sono stati due scoppi, uno sulla pista ciclabile e uno in mezzo alla strada. Qurlla molotov avrebbee potuto colpire qualcuno che transitava in bicicletta o in auto anche se a quell'ora la zona è poco frequentata. Abbiamo chiamato i Vigili del Fuoco e la Polizia che ha chiuso la strada". 

La molotov non ha colpito nessuno e non ha danneggiato nessun edificio ma potrebbe essere stata diretta contro un gruppo di giovani stranieri che si trovavano in strada, poco distanti dalla rotonda. L'origine del gesto potrebbe quindi essere politica, oppure si potrebbe trattare di un regolamento di conti interni. La matrice politica potrebbe essere più probabile ancbe perchè alle 3 di notte è stato colpito anche il Centro di accoglienza di Borgo Onorato: un grosso petardo ha danneggiato l'ingresso. Ma non si esclude nessuna pista. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    Il Parma perde, condannato da Cerri: Serie B a un passo

  • Cronaca

    Precipita con il paracadute: muore un 60enne parmigiano

  • Cronaca

    Coronavirus, aumentano i positivi: sono 130

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento