menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borgotaro, è morta Marilisa Verti: giornalista al fianco dei precari

Aveva 56 anni e si è spenta a causa di un malore improvviso. Protagonista nella componente interna della Fnsi "Senza Bavaglio", si è battuta per una vita per i diritti dei precari nel mondo dell'editoria

E' morta improvvisamente, a causa di un malore fulminante, Marilisa Verti, 56 anni, giornalista freelance, "giornalista fantasma" la definisce in un comunicato la Fnsi, ricordando la sua condizione di precaria e al tempo stesso il forte impegno per i precari nel mondo del giornalismo. E la Fnsi ne ricorda la "divisa di battaglia" e la forza di un magnetico solidarismo.

"La notizia della sua morte, improvvisa, purtroppo è vera - dice la nota della Fnsi - e non è un fantasma, come lei aveva imparato a travestirsi per denunciare i drammi dei giornalisti senza prospettiva, precari e di poche speranze per il futuro, anche a 50 anni e più. Marilisa Verti, una carica positiva e critica permanente, animatrice della vita associativa della categoria e dei coordinamenti dei colleghi che vivono la condizione del giornalista senza contratto sicuro, stavolta non è sparita dietro un lenzuolo bianco con due fori agli occhi, la sua 'divisa di battaglia': è scomparsa, stroncata da un malore fulminante".

Una tragedia "che sconvolge tutti coloro che l'hanno conosciuta, che l'hanno avuta al fianco in tante battaglie, anche tenace e leale personalita' competitiva, protagonista nella componente interna della Fnsi 'Senza Bavaglio', sul terreno delle idee e delle azioni sociali, nel sindacato dei giornalisti e nel movimento piu' vasto per la lotta al lavoro sommerso e precario". Ancora sabato scorso, nel giorno delle manifestazioni di piazza dei precari, " Marilisa era in prima linea. Domenica una pausa nella inesauribile attivita' sociale, l'avviso di un dolore intenso e la morte. Marilisa Verti non e' un fantasma. E' (ne parliamo al presente perche' cosi' la sentiamo tra noi) una donna e una giornalista vera, una persona vitale nel paesaggio delle attivita' sociali per le liberta', i diritti, la dignita' del lavoro in tutte le sue espressioni".

Nel comunicato la Fnsi sottolinea che i "fantasmi" rappresentati da Marilisa "visti in piazza in tante manifestazioni, sono una denuncia permanente per far conoscere e capire i drammi di chi non sta nei libri paga regolari, anche delle imprese editoriali, e per chi i Cud certificano una vita da fantasmi. La Fnsi saluta Marilisa Verti con affetto, partecipa al dolore dei familiari, rivive la forza della sua magnetica solidarietà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento