Tommy, sei anni fa il rapimento e l'omicidio di un piccolo angelo

Il 2 marzo del 2006 il piccolo Tommaso Onofri di 17 mesi veniva rapito nella sua casa di Casalbaroncolo e dopo un mese veniva ritrovato il corpo. I suoi carnefici arrestati e condannati

Il piccolo Tommy - foto: tommynelcuore.it

La sera del 2 marzo 2006 due uomini incappucciati irrompono nella casa della famiglia Onofri, a Casalbaroncolo, alle porte della città. Immobilizzano il padre e la madre di Tommy e portano via il piccolo che ha solo 17 mesi. Un mese dopo, il 1° aprile,  vengono fermati Mario Alessi, la sua compagna Antonella Conserva e Salvatore Raimondi. Mario Alessi, interrogato per alcune ore, confessa l'omicidio del piccolo Tommaso Onofri, commesso una ventina di minuti dopo il suo rapimento, il 2 marzo, e conduce gli investigatori ed i Vigili del Fuoco sul luogo ove è stato occultato il corpicino del bimbo trucidato, presso il torrente Enza.

Sono trascorsi 6 anni da quel maledetto giorno: oggi Tommy avrebbe avuto 7 anni e mezzo.
Mario Alessi è stato condannato all'aergastolo, Antonella Conserva a 30 anni di reclusione (poi ridotti a 24) e Salvatore Raimondi a 20 anni perchè scelse il rito abbreviato. Per la Conserva si attende la sentenza definitiva della Cassazione, dopo il giudizio di colpevolezza del primo e del secondo grado di appello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 27 Gennaio 200, per volontà dei genitori di Tommy, Paola Pellinghelli e Paolo Onofri, nasce l'Associazione Tommy nel Cuore.
"Fate che il mio sacrificio sia utile ai Vostri cuori, che Vi renda consapevoli della sacralità della vita umana con cui non si può giocare..."
Queste le parole filo conduttore dell'Associazione Tommy nel cuore, nata per volontà della famiglia Onofri dopo l'immane tragedia che li ha colpiti nel profondo con la tragica e cruenta scomparsa del loro figlio più piccolo Tommaso. L' Associazione è nata per perseguire finalità di solidarietà sociale, di promozione dei diritti dei minori, fornendo assistenza psicologica, sociale, pedagogica, socio-sanitaria, come di ogni altra forma di assistenza e soccorso ai bambini che vivono in condizioni disagiate o di emergenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

Torna su
ParmaToday è in caricamento