Muore nel carcere di Parma l'ex pentito di Prima Linea Roberto Sandalo

E' morto nel carcere parmigiano di via Burla a 57 anni Roberto Sandalo, pentito di Prima Linea. La morte sarebbe avvenuta per cause naturali. Nel 1980, dopo il suo arresto, collaborò con gli inquirenti. Nel 2008 venne arrestato per alcuni attentati a Centri Islamici a Milano

E' morto nel carcere parmigiano di via Burla a 57 anni Roberto Sandalo, pentito di Prima Linea. La morte sarebbe avvenuta per cause naturali. Roberto Sandalo verrà seppellito nella tomba di famiglia, al cimitero di Costigliole d'Asti. La vedova ha avviato le pratiche per la sepoltura nella tomba di famiglia, accanto ai genitori dell'uomo che, con le sue confessioni, provocò lo smantellamento della formazione Prima Linea.

Di origini astigiane, Sandalo tornava spesso nella casa di campagna di famiglia, in frazione Castelletto. Il padre Ovidio, funzionario Fiat, era nato a Costigliole, dove è sepolto con la moglie Rina. A Parma stava scontando una condanna a 9 anni. Nel 2008 Roberto Sandalo venne arrestato a Milano con l'accusa di essere uno degli autori di alcuni attentati a moschee e Centri Islamici nel milanese. Roberto Sandalo aderì a Lotta Continua, da cui fu espulso, e poi all'organizzazione Prima Linea. Dopo il suo arresto nel 1980 collaborò con gli inquirenti: dopo le sue dichiarazioni vennero arrestati 165 aderenti dell'organizzazione provocandone sostanzialmente l'azzeramento. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento