menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Movida, controlli nel fine settimana: sanzioni a locali e attività artigianali

Nel servizio effettuato in orario serale dalle ore 19.00 alle ore 01,00, le pattuglie hanno effettuato controlli della sosta nella zona interessata dalla “Movida” per verificare il rispetto del Codice della Strada ed hanno accertato 23 violazioni. La pattuglia con percorso con lampeggianti non ha rilevato nulla degno di nota

Ecco il resoconto dei servizi effettuati nel fine settimana dalla Polizia Municipale. Nel servizio effettuato in orario serale dalle ore 19.00 alle ore 01,00, le pattuglie hanno effettuato controlli della sosta nella zona interessata dalla “Movida” per verificare il rispetto del Codice della Strada ed hanno accertato 23 violazioni. La pattuglia con percorso con lampeggianti non ha rilevato nulla degno di nota. Le pattuglie hanno inoltre eseguito svariati interventi per rumori molesti, effettuando sopralluoghi nei siti interessati dalle segnalazioni come segue. sopralluogo in strada Manara per evento musicale programmato ed autorizzato, eseguito dal serale 3 congiuntamente alla scrivente; sopralluogo in via XXIV Maggio c/o centro sportivo Federale, per evento “festa di matrimonio” con emissioni musicali eseguito dal serale2: gli organizzatori non producevano alcuna autorizzazione. Redatto verbale di ispezione. Sopralluogo in via Racagni 13 c/o il ristorante “Raquette srl”, per segnalazione di schiamazzi e musica ad alto volume. Redatto verbale di ispezione. Al termine del servizio serale gli interventi eseguiti dalle 5 pattuglie del turno III risultavano essere 14 (tra cui 3 sinistri stradali).
 
Durante il servizio notturno la pattuglia borghese ha operato effettuando i seguenti controlli redigendo ispezione, ex Art. 13 L. 689/81, per il rispetto del Regolamento sulla convivenza, della normativa vigente e delle autorizzazioni eventualmente rilasciate per eventi programmati: attività artigianale “La Bruschetta” – via d’Azeglio 66/A per la violazione dell’art.5 del regolamento comunale per la convivenza tra le funzioni residenziali e le attività di esercizio pubblico e svago nei centri urbani (d’ora in poi semplicemente “Regolamento Movida”), in quanto vendeva per asporto una bottiglia di birra alle ore 22.55 a soggetto all’uopo identificato. Attività artigianale “Porkebab” di via D’Azeglio 36, per la violazione dell’art.5 del “Regolamento Movida”, in quanto vendeva per asporto una bottiglia di birra alle ore 23.25 a soggetto all’uopo identificato; esercizio di vicinato “Il Buco” di via Maestri 7/A, per diffusione sonora amplificata oltre l’orario di autorizzazione in seno alla manifestazione “Boulevart” (autorizzazione fino alle ore 00.00; accertamento ore 00.30); attività artigianale “Agirò” di Piazza Ghiaia, per mancato rispetto degli orari di chiusura previsti nel “regolamento Movida” accertamento alle ore 01.40 e contestuale controllo dell’autorizzazione alla manifestazione “In Ghiaia Montmartre”, concessa fino alle ore 00.00; attività artigianale “Carbonis“  di strada Garibaldi, per mancato rispetto degli orari di chiusura previsti nel “regolamento Movida” (accertamento alle ore 02.10); P.E. le “follie” via Paradigna 30, mancato rispetto degli orari di chiusura esposti al pubblico.

 
La pattuglia in uniforme con veicolo di servizio, alle ore 22.40 effettuava rilievo di sinistro stradale con feriti, occorso in Viale Bottego; di concerto con la pattuglia Serale4, giunta in supporto per viabilità, ed accertava poco dopo due violazioni al C.d.S. ex art. 126 e 172 C.d.S., ritirando una patente di guida; dalle ore 01.00 effettuava posto di controllo in Piazzale S.Croce fermando 12 veicoli e accertando la violazione dell’art.186 del C.d.S. da parte di un automobilista, procedendo quindi alla sua denuncia a piede libero ai sensi del vigente C.p.p.;”. Attraverso il sistema integrato di Videosorveglianza la CRO ha provveduto a dare supporto ai colleghi in servizio esterno, indicando di volta in volta le situazioni anomale riscontrate ovvero inoltrando le segnalazioni ricevute per le relative evasioni. Si precisa inoltre che i locali su via Farini alle ore 02.20 erano tutti chiusi con personale all’interno addetto alle pulizie come via D’Azeglio. Le doglianze ricevute nel centro storico si sono verificate nell’area interessata dalla manifestazione “Boulevart”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento