Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Oltretorrente / Strada Massimo D'Azeglio

Tentato omicidio alla movida: studente condannato a 7 anni

I fatti risalgono al 13 luglio 2011 durante la festa in via d'Azeglio, vicino alla Latteria: il 23enne di Brindisi colpì con una coltellata un giovane di 28 anni per futili motivi

movida

E' stato condannato a sette anni di carcere il giovane brindisino di 23 anni accusato del tentato omicidio di un altro ragazzo incontrato durante la movida di via d'Azeglio lo scorso 13 luglio. Quella sera il giovane, che si trovava a Parma per motivi di studio, sferrò una coltellata al malcapitato giovane elettricista di 28 anni con cui probabilmente aveva avuto una discussione per futili motivi.


Fortunatamente il colpo non lese le parti vitali della vittima che, dopo essere uscito dall'ospedale, individuò il 23 come l'aggressore. La polizia lo cercò ma la sua abitazione era deserta: dopo il fatto criminoso era tornato dai suoi genitori a Brindisi. Poche settimane dopo l'arresto, poi la concessione dei domiciliari. Ora la condanna inflitta dal collegio di giudici presieduto da Eleonora Fiengo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio alla movida: studente condannato a 7 anni

ParmaToday è in caricamento