Azioni virtuose a favore della comunità: Lesignano premia i cittadini con le multe al contrario

Per promuovere scelte di cittadinanza attiva e comportamenti a supporto della comunità, Lesignano ha lanciato la "Multa al contrario" un premio ai singoli che si sono distinti per azioni meritevoli e quel fare per gli altri che è l'obiettivo di tutte le iniziative promosse dal Comune

Lesignano inventa nuove cose. Per promuovere scelte di cittadinanza attiva e comportamenti a supporto della comunità, il paese adagiato sulle prime colline del Parmense ha lanciato la “Multa al contrario” un premio ai singoli che si sono distinti per azioni meritevoli e quel fare per gli altri che è l’obiettivo di tutte le iniziative promosse dal comune di Lesignano.

Dopo la Carta etica mirata a favorire la convivenza civile e la legalità, dopo l’inserimento di nuove disposizioni “civiche” nel regolamento di Polizia municipale, fra cui la mediazione sociale, la “Multa al contrario” persegue la filosofia che ha ispirato il bando pubblico con il quale l’ente ha raccolto la disponibilità di 21 cittadini e cittadine disponibili a svolgere imprese utili per tutti: dai corsi di dialetto alla pulizia dei parchi, alla custodia della sala civica, al prestare aiuto negli uffici comunali.

Della nuova iniziativa, si parlato questa mattina in un incontro in Provincia nel corso del quale è stata consegnata la multa al contrario al suo ispiratore Aldo Cabrini, oltre che cittadino benemerito anche padre della Voladora, meravigliosa corsa in bicicletta sulle strade bianche della pedecollina. “Dentro la linea individuata dalla regione questo comune ha compiuto atti importanti per costruire cittadinanza attiva, creando strumenti utili a far sì che la legalità sia il tratto distintivo del vivere di quella comunità - ha detto l’assessore alle Politiche sociali Marcella Saccani – Il percorso intrapreso da Lesignano è fatto da gesti come questo e da scelte che si fondano sul coinvolgimento delle persone, l’auspicio è che si produca un effetto domino in modo che iniziative di questo tipo si moltiplichino nel territorio”.

“Il nostro progetto nasce dalla volontà di aggregare le persone della nostra comunità, mi piace pensare che stiamo imbastendo il territorio – ha spiegato il sindaco Giorgio Cavatorta – il nostro comune ha avuto una forte espansione demografica negli anni recenti e questo ha voluto dire mescolare il nucleo storico degli abitanti con i nuovi arrivati. Noi vogliamo creare una comunità coesa e unita e per questo abbiamo attivato processi come la Carta etica e ora la multa al contrario che valorizzerà cittadini e cittadine che ha compiuto azioni virtuose a favore della collettività”. Questa multa speciale viene consegnata dal Comandante del Corpo unico di Polizia municipale Valparma, ma la Pm non sarà l'unico “Occhio Vigile” sul territorio: anche i presidenti delle associazioni di volontariato del Comune potranno far pervenire al comandante della Pm proprie segnalazioni scritte.

Fra tutti coloro che hanno ricevuto l’attestato sarà poi scelto il cittadino e cittadina esemplare a cui il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, andrà il premio “Lesignano cittadinanza - Licinius” una piccola scultura in legno riciclato che riproduce la sagoma del leone raffigurato nell'araldica del comune di Lesignano de' Bagni che sarà realizzato dalle ragazze e ragazzi che frequenteranno il laboratorio disabili, la cui sede sarà presto all'interno dell'Edificio “Ex-Terme” ora in corso di ristrutturazione. La scultura sarà sorretta da una piccola anima in ferro alloggiata su un sasso recuperato nel greto del Torrente Parma, un ulteriore elemento che richiama il senso di appartenenza al proprio territorio.
A questo premio si aggiunge il riconoscimento della Multa al contrario che sarà per accessi gratuiti in esercizi locali o acquisti da effettuare sul territorio anche in forma agevolata. Ma come è nata questa idea? chiedono Aldo Cabrini. “C’è sempre qualcuno che ti dice quando non sei bravo, ho pensato fosse utile creare qualcosa che mettesse l’attenzione anche su quando si è bravi”.

La carta etica
Un Comune accogliente e solidale, dove l’uguaglianza civile, il senso d’appartenenza, la convivenza siano realtà, e dove i cittadini e le cittadine siano attenti agli altri rispettosi delle regole e delle istituzioni, un luogo bello e ordinato dove tutti si prendano cura dei beni comuni. Sono queste le enunciazioni contenute nella carta etica approvata poco meno di anno fa dal Consiglio comunale di Lesignano. Uno strumento di convivenza nella comunità che impegna prima di tutto l’Amministrazione e i suoi dipendenti, nonché altri soggetti pubblici e privati aderenti, a praticare comportamenti virtuosi che favoriscano e promuovano il vivere insieme all’insegna della civiltà e una maggiore legalità nella comunità di Lesignano. L’idea si basa fondamentalmente su due convinzioni: - non si può imporre ad altri obblighi e divieti o chiedere comportamenti positivi se non impegnandosi per primi a rispettarli o ad attuarli. - la legalità e la convivenza civile sono valori che non possono essere garantiti esclusivamente dai tradizionali strumenti di polizia (regolamento, divieti, controlli, sanzioni), ma devono essere promossi facendo il possibile perché entrino a far parte della coscienza e modo di agire di tutti.

Il regolamento di polizia urbana e per la convivenza civile
L’impegno per una convivenza civile e per la legalità vuole riferirsi non tanto a fatti criminosi con rilevanza penale, piuttosto a comportamenti di inciviltà o pesante maleducazione, oggi particolarmente diffusi.Per questo è stata approvata una appendice al regolamento di Polizia urbana introducendo nuove disposizioni sulla convivenza civile e la mediazione sociale. Oltre a divieti e sanzioni si prevedono azioni positive e virtuose per favorire comportamenti diffusi di educazione e legalità. Tali disposizioni ampliano la tradizionale materia della Polizia municipale per comprendervi, oltre alla sicurezza urbana, altre disposizioni che regolano la serena e civile convivenza: la tutela del decoro, la mediazione sociale, le iniziative di cittadinanza attiva, il registro dei comportamenti virtuosi, la carta etica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico scontro frontale tra auto e furgone a Parola: muore un 37enne

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • "Columbus, lo stabilimento di Martorano chiuderà nei primi mesi del 2020: a rischio centinaia di posti"

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento