Cgil in lutto: scompare a 58 anni Enrico Barbuti, storico delegato Parmalat

Un immenso lutto ha colpito ieri sera la CGIL di Parma, che ha perso con Enrico Barbuti un impareggiabile amico e compagno di tante lotte. Nulla può mitigare la profonda tristezza per la sua improvvisa e inattesa scomparsa e la immensa gratitudine di tutta la Camera del Lavoro

"Un immenso lutto -si legge in una nota- ha colpito ieri sera la CGIL di Parma, che ha perso con Enrico Barbuti un impareggiabile amico e compagno di tante lotte. Nulla può mitigare la profonda tristezza per la sua improvvisa e inattesa scomparsa e la immensa gratitudine di tutta la Camera del Lavoro e della FLAI per il suo impegno, profuso con costante serietà e generosità. La figura di Enrico, ben rappresentata nel libro di Marco Severo “Il miracolo del latte. Quando il lavoro salvò la Parmalat”, è quella di un lavoratore e delegato sindacale punto di riferimento per tutti i colleghi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Classe 1956, Barbuti entra in Parmalat dal ‘76, e ben presto diviene rappresentante sindacale per gli alimentaristi della CGIL. Indimenticato il suo impegno nella contrattazione aziendale, di cui rimangono esemplari, tra gli altri, l’accordo del 1985 sulla riduzione dell’orario di lavoro e l’accordo sulla professionalità del 1997, tutt’ora oggetti di studio per l’organizzazione sindacale a livello nazionale. Enrico è stato peraltro uno dei protagonisti del difficile percorso di uscita dal crac Parmalat, al fianco dell’allora segretario generale della categoria, Antonio Mattioli, e di Giuseppe Romaninisindaco di Collecchio, con i quali diede corpo all’idea, che lo ha sempre caratterizzato, che solo dalla coesione sociale e dal lavoro è possibile ripartire, anche nelle condizioni più difficili. Enrico lascia alla CGIL e alla FLAI tutte una straordinaria eredità e fin da ora mettere in pratica il suo esempio rappresenterà il massimo riconoscimento che gli si possa tributare". Condoglianze dalla redazione di ParmaToday. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento