menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale al tempo della crisi: parmigiani a casa per le feste

Dopo il calo dello scorso anno nelle prenotazioni per viaggi nel periodo natalizio, i parmigiani rinunciano anche quest'anno a concedersi "extra". Fai della Paganella una delle destinazioni scelte per chi resta in zona

Cala a picco il numero di parmigiani che quest'anno si concede un seppur breve viaggio in occasione delle festività natalizie. La crisi e l'aumento della disoccupazione si fanno sentire anche a Parma e come confermato da un'agenzia viaggi del centro storico, il numero di prenotazioni è inferiore anche rispetto allo scorso anno, quando si registrava già un calo notevole delle prenotazioni per via della crisi.

Per chi riesce a concedersi una breve vacanza sulla neve, Folgaria rimane una delle destinazioni prescelte, soprattutto per la breve distanza per raggiungerla. Poche prenotazioni per settimane bianche, ma tra le scelte spicca Madonna di Campiglio. Fai della Paganella invece una delle destinazioni scelte per chi voglia restare nei pressi e spostarsi per un solo fine settimana o anche in giornata. Nonostante la novità dei voli disponibili da Parma dal 26 dicembre al 9 gennaio in occasione delle festività natalizie per Sharm El Sheik a causa della crisi sono in tanti a non potersi più permettere una vacanza, nonostante offerte relativamente vantaggiose a detta di una delle dipendenti dell'agenzia, che sottolinea la presenza di offerte apposite per capodanno con pacchetti tutto incluso comprendenti oltre al volo andata e ritorno anche il pernottamento in hotel con prezzi che partono da 675 euro.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento