Natale a Equitalia, un contribuente: "A fine anno con la fune alla gola"

L'ente di riscossione tributi pare violare la serenità del Natale parmigiano. Un contribuente in fila agli sportelli: "Ho un avviso di pagamento entro il 24 dicembre. Spero che mi venga rateizzato. Ormai mi hanno rovinato le feste"

Equitalia non fa sconti. A nessuno. Le tempistiche della riscossione tributi sono improcrastinabili. I contribuenti che si affacciano agli sportelli di strada dei Mercati hanno storie diverse, ma un'unica percezione dell'ente: "Ci ruba la serenità". "Oggi è una giornata decisiva per me - afferma un uomo in coda - devono dirmi se approvano la rateizzazione o no. Speriamo bene, sono molto preoccupato". "Lavoro nell'edilizia - spiega un ragazzo - i clienti pagano in ritardo e ti ritrovi a pagare le tasse su fatture emesse per merce che non è stata ancora saldata. E arriva Equitalia. E' un problema in più". "Ti rovinano la vita, non solo il Natale - sbotta una signora davanti ai cancelli - non so quanto sia giusto e corretto quello che fanno. Chi protesta, anche in modo deciso contro di loro, ha ragione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Quando discuti allo sportello non ti ascoltano, - afferma un uomo anziano - io non dico che non voglio pagare, ma vorrei che mi venissero incontro. Ho un avviso di pagamento che scade il 24 dicembre. Spero di convincerli a rateizzarlo. Ormai però mi hanno già rovinato le feste". "Ho perso tutta la mattinata in questo postaccio, - tuona un signore di mezza età uscendo dagli uffici di Equitalia - non fanno altro che darci fastidio. Ci angustiano il Natale". "E' vero che bisogna pagare quel che c'è da pagare, - sentenzia calmo un uomo - qui però c'è sempre da pagare. Non si finisce mai. Arriviamo a fine anno impiccati, con la fune al collo. Se non ci fosse Equitalia andrei a sciare sulle Dolomiti, invece sto qui a pagare. Credo che se non esistesse staremmo tutti un pò meglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento