Nel bagagliaio una bici da corsa rubata: conducente denunciato per ricettazione

Un cittadino marocchino è stato fermato dai poliziotti in via Savani: un'altra bici, sequestrata nei giorni scorsi, è in Questura in attesa del proprietario

Stava viaggiando a bordo della sua auto ma nel bagagliaio aveva una bicicletta da corsa rubata. Un cittadino marocchino è stato fermato dai poliziotti delle Volanti e denunciato per ricettazione, poichè non ha saputo giustificare la presenza della bici all'interno della sua auto. La Wolkswagen Polo che, nella giornata di martedì, ha destato i sospetti degli agenti è stata fermata mentre erano in corso alcuni controlli stadali.

I poliziotti hanno chiesto spiegazioni al conducente per il portellone aperto ed hanno poi controllato il mezzo, trovando la bici da corsa - di marca Decathlon e dal valore di 850 euro - all'interno del bagagliaio, nascosta da un telo bianco. Il marocchino, che ha precedenti per reati contro il patrimonio, ha fornito giustificazioni fantasiose sul possesso della bici. I poliziotti lo hanno identificato e denunciato per ricettazione. 

bicicletta-rubata1-2

La bicicletta, che è stata sequestrata, si trova presso l’ufficio reperti della Squadra Volanti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria ed in attesa del legittimo proprietario insieme ad un'altra bicicletta, sequestrata alcuni giorni fa in via Garibaldi. Due persone, che avevano la bici, sono scappate alla vista dei poliziotti: uno di loro, bloccato, è stato denunciato per ricettazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Viola il coprifuoco per andare a trovare la fidanzata: giovane multato per 400 euro

  • Parma scongiura la zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento