menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nevicata, rischio gelate. Comune ai cittadini: "Spalate davanti a case e negozi"

Viabilità verso la normalità, ma in città si lavora ancora nel centro storico e in diverse strade periferiche – Problemi in provincia per l’energia elettrica - Appello del Comune ai cittadini: spalate davanti a case e negozi e non esponete rifiuti

Coordinato dal Prefetto Giuseppe Forlani, si è svolto la mattina del 7 febbraio Prefettura una nuovo vertice istituzionale sul’emergenza neve. “La nevicata è stata eccezionale – ha affermato in apertura il Prefetto - e la risposta è stata quella che la situazione poteva consentire. Ora si tratta di completare l’opera e di prevenire, per quanto possibile gli effetti che potrebbero manifestarsi nei prossimi giorni”. Il riferimento è al rischio ghiaccio, in considerazione delle previsioni che parlano di abbassamento della temperatura, quindi è necessario approfittare del tempo disponibile per tenere il più possibile pulite le strade e soprattutto i marciapiedi.

Da qui l’appello del sindaco Pizzarotti ai cittadini di assicurare la loro collaborazione tenendo puliti i marciapiedi davanti a negozi e abitazioni o pertinenze, come previsto dai regolamenti in funzione. Un’altra raccomandazione riguarda i rifiuti: la forte nevicata (circa 50 centimetri) che si è abbattuta sulla città ha impedito ad Iren di procedere alla raccolta programmata nelle giornate di ieri e oggi. Da lunedì tutto tornerà alla normalità secondo la programmazione ordinaria, mentre per le due giornate saltate si rende necessario attendere il prossimo turno previsto in calendario da Iren. 

Viabilità e alberi. Dal punto di vista della transitabilità delle strade quasi tutto è tornato alla normalità: l’autostrada è in funzione, i treni e gli autobus viaggiano regolarmente, le strade provinciali al momento sono tutte pulite e transitabili. Anche in città non si registrano grossi problemi di traffico, ma ancora oggi 150 persone sono al lavoro, insieme alle macchine operatrici, per fare gli interventi necessari in diversi punti della città, soprattutto nel centro storico (45 trattori, 18 spalatori, 5 squadre con bobcat) per ultimare la ripulitura di strade e borghi: “Sul territorio comunale – ha precisato l’assessore Michele Alinovi – abbiamo circa 1.000 chilometri di strade e 2.000 chilometri di marciapiedi, il Comune non può arrivare dappertutto,quindi chiediamo ai cittadini di fare la loro parte”. A fare paura, ora è la possibile formazione di ghiaccio, laddove acqua e neve restino depositate sulla pubblica via. La priorità negli interventi viene data agli accessi alle scuole. Un altro problema che si è presentato è quello degli alberi e dei rami che sono precipitati sotto il peso della neve, ingombrando la sede stradale e danneggiando numerose auto in sosta: già da lunedì il Comune di Parma raccoglierà le richieste di risarcimento dei cittadini colpiti e le girerà all’assicurazione. Intanto, in queste ore le ditte appaltatrici del verde pubblico e le squadre della protezione civile stanno lavorando per rimuovere rami e tronchi che hanno invaso le strade della città. I parchi Giardino Ducale, Cittadella e Giardino di San Paolo resteranno chiusi anche per tutta la giornata di lunedì per consentire una valutazione della situazione.

Energia elettrica. Nelle ore della grande nevicata molte utenze sono rimaste senza energia elettrica a causa delle interruzioni di rete. In città Iren sta lavorando per risolvere le ultime situazioni problematiche a Eia, Coloreto e Vigatto, oltre che in diverse utenze sparse rimaste senza luce per guasti alle cabine e alle linee di bassa tensione, ma la situazione appare in via di normalizzazione. Va meglio anche in provincia dove, secondo l’ENEL, le utenze fuori servizio nella mattinata di oggi sarebbero circa 4.700. Per le situazioni più acute arriveranno in giornata alcuni gruppi elettrogeni, ma intanto si continua a lavorare. Una delle situazioni più problematiche è quella segnalata nel comune di Torrile, dove circa 230 persone sono ancora senza luce: il sindaco ha preso contatto direttamente con Enel e si conta che la situazione venga affrontata nelle prossime ore. 

Numero verde. Anche il Comune di Parma si sta comunque attrezzando per affrontare eventuali emergenze dovute a black-out: insieme alla Protezione Civile ha individuato il Palasport come punto di accoglienza. In ogni caso si ricorda che per tutti i problemi legati all’emergenza neve in città è attivo il numero verde 800484896.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento