rotate-mobile
Cronaca

Neve e rocce, escursionisti salvati dal Soccorso alpino

Erano in tre e si sono ritrovati in una zona impervia che da Lago Verde porta a Prato Spilla

Intervento ieri pomeriggio della stazione monte Orsaro del Soccorso Alpino e Speleologico Emilia Romagna. 

Poco prima delle ore 18:30 la stazione Orsaro è stata attivata sia dalla centrale dei Carabinieri di Parma che dalla Centrale Operativa del 118 per intervenire in aiuto di un piccolo gruppo che nei pressi del sentiero 707b (che da Lago Verde porta a Prato Spilla) si è trovato in forte difficoltà a causa della neve presente. Il gruppo, composto da una ragazza genovese (29 anni), una donna di Viadana (50 anni) e un casertano (34 anni), in giornata era partito dal parcheggio di Prato Spilla (comune di Monchio delle Corti,) per svolgere l'escursione al monte Sillara quando sulla strada del ritorno si sono trovati in difficoltà per la neve presente ed hanno così deciso di spostarsi dal sentiero: così facendo si sono ritrovati in una zona impervia dove erano presenti piccoli crepacci rocciosi. Spaventati, stanchi e non riuscendo a proseguire in sicurezza hanno deciso di chiamare i soccorsi.

Gli escursionisti sono stati raggiunti da due squadre della stazione monte Orsaro: una prima li ha raggiunti sul posto e, dopo averli messi in sicurezza, li ha portati alla Capanna Cagnin dove un'altra squadra è giunta in supporto per portare anche bevanda calde e accendere la stufa poiché una delle donne aveva manifestato un malessere dato probabilmente dal freddo patito nell'escursione. Una volta riprese le forze gli escursionisti sono stati riaccompagnati in sicurezza alle proprie auto dai tecnici del Soccorso Alpino. Per l'evacuazione era stato anche preallertato l'elicottero dell'Areonautica Militare di cui non si è reso necessario l'intervento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve e rocce, escursionisti salvati dal Soccorso alpino

ParmaToday è in caricamento