Nicolò Cecchella in mostra al Premio Arte a Milano dal 23 al 26 ottobre

Il fotografo Nicolò Cecchella, nome emergente del panorama artistico nazionale attivo prevalentemente tra Parma e Reggio Emilia, è tra i finalisti del Premio Arte 2014, indetto dalla storica rivista d'arte milanese del Gruppo Cairo per individuare e valorizzare nuovi talenti

Il fotografo Nicolò Cecchella, nome emergente del panorama artistico nazionale attivo prevalentemente tra Parma e Reggio Emilia, è tra i finalisti del Premio Arte 2014, indetto dalla storica rivista d'arte milanese del Gruppo Cairo per individuare e valorizzare nuovi talenti. Tre scatti di Fragments, l'ultima serie fotografica di Cecchella, saranno in mostra dal 22 al 26 ottobre 2014 al Palazzo della Permanente di Milano, sede di grande prestigio che ospiterà, accanto alle opere dei finalisti del Premio Arte, anche quelle degli artisti selezionati per il 15° Premio Cairo. Fragments è un'ipotesi di lavoro che si basa sulla reinterpretazione del materiale residuale: scarti meccanici, lamiere, rottami e accumuli di metalli sono i soggetti delle immagini in mostra. Ciò che normalmente viene interpretato dalla società contemporanea come scarto è portato ad una seconda vita possibile attraverso lo sguardo del fotografo.

L'artista mediante l'interpretazione dei materiali, delle forme e della composizione suggerisce in chiave filosofica la possibilità di restituire gli elementi alla molteplicità delle loro combinazioni offrendo a ciò che lo aveva perduto la possibilità di un divenire ulteriore. Fragments ha riscosso un'ottimo successo di critica giungendo finalista ad alcuni dei principali premi d'arte internazionali, tra cui il Combat Prize 2014 (Museo Fattori, Livorno) e il Premio Mantegna (Casa del Mantegna, Mantova), e rappresenta un'evoluzione del percorso di ricerca del fotografo sulla sopravvivenza delle ragioni profonde dell'essere già affrontato con i precedenti lavori L'Uccisione (2010) e Peasant Woman (2011), esposti al Festival Fotografia Europea a Reggio Emilia, in Francia, Russia e Repubblica di Carelia. Cecchella si distanzia con Fragments dall'universo poetico legato al tramonto della civiltà contadina che soggiaceva ai suoi primi lavori, e proseguendo sulla direttrice già individuata nel 2013 da By the river, progetto selezionato a Portfolio Europa – International Portfolio Review, rivela le analogie e le fratture presenti nel dialogo esistente tra l'operato umano e il paesaggio naturale, spesso umanizzato e artificialmente mutato.

Gli scatti finalisti di Nicolò Cecchella verranno pubblicati sul Catalogo dell'Arte Moderna 2014 edito da Editoriale Giorgio Mondadori e sul numero di dicembre di Arte. L'artista sta attualmente portando a compimento la serie Fragments ed è impegnato nello sviluppo di in un progetto di scultura sulle forme naturali, ispirato alla teoresi geothiana di Morfologia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nicolò Cecchella è un artista e fotografo nato nel 1985 in provincia di Reggio Emilia dove vive e lavora. Le sue mostre sono state allestite in Italia, in Russia e in Francia rispettivamente alla Galleria Loft Project Etazhi di San Pietroburgo, alla Galleria Vychod di Petrozavodsk (Repubblica Indipendente della Carelia) e all’Istituto Italiano di Cultura di Grenoble. Con i suoi lavori L’Uccisione (2010) e Peasant Woman (2011) è stato ospite di Fotografia Europea e ha partecipato alla selezione di Réfléxions Masterclass (Parigi, Arles, Venezia 2010­11­12). Nel 2013 con By the river ottiene il terzo premio a Portfolio Europa – International Portfolio Review al Festival Fotografia Europea di Reggio Emilia, attribuitogli da una giuria di curatori internazionali guidata da Laura Serani. Nel 2014 con Fragments è finalista al Premio Combat (Livorno), al Premio Mantegna (Mantova) e al Premio Arte (Milano). I suoi lavori fotografici sono stati presentati da Grazia Neri, Giovanni Chiaramonte, Massimo Mussini, Lynda Frese, Laura Incardona, Marina Cicogna e Carlo Petrini. La fotografia non è che una delle declinazioni della sua pratica artistica, che si esplica anche tramite la parola scritta (critica estetica e poesia), le arti visive e il teatro. È uno dei membri fondatori del Teatro Sociale di Gualtieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento