Cronaca Centro / Piazza Giuseppe Garibaldi

Operazione contro i No Tav, domani presidio in Piazza Garibaldi

Dopo gli arresti e i provvedimenti di ieri, che hanno colpito anche un attivista di Parma, il movimento No Tav locale ha indetto il sit in informativo per chiedere la liberazione di tutti gli arrestati

Domani alle 14.30 si terrà un presidio in Piazza Garibaldi promosso dal movimento No Tav parmigiano per protestare contro i provvedimenti giudiziari e di polizia che hanno colpito numerosi attivisti ed attiviste in tutta Italia, con un obbligo di dimora nel Comune di Parma che ha interessato anche un attivista di Parma di 32 anni. "Ieri all'alba, un nostro compagno ha subito la perquisizione del suo appartamento- si legge in una nota firmata No Tav Parma- è stato sottoposto a fermo e poi rilasciato con obbligo di dimora. Si è trattato di un'operazione che rientra nell'azione repressiva condotta nei confronti del movimento NO TAV della Val di Susa che, come noto, da anni si oppone alla costruzione di un opera inutile, dannosa, e che ci costerà almeno 15 e i 20 miliardi di euro".

La richiesta degli attivisti, in accordo con i presidi che si sono svolti ieri in numerose città italiane e con la manifestazione di sabato a Torino, è la liberazione di tutti gli arrestati. "Nell’Italia di Monti e della crisi, i NoTav costituiscono un esempio pericoloso per determinazione, costanza, dimensioni e incisività, un esempio al quale tutti quelli che si oppongono al governo delle banche potrebbero guardare per trarre ispirazione e fiducia. Un esempio che come tale va colpito in modo esemplare".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione contro i No Tav, domani presidio in Piazza Garibaldi

ParmaToday è in caricamento