I No Tav all'Art Lab per la presentazione del libro "Nemico pubblico"

Sabato 23 novembre, serata imperdibile per tutti coloro che desiderano approfondire la battaglia che da vent'anni si sta conducendo in Val di Susa. Esponenti del movimento Comitato NoTAV saranno ad Art Lab Occupato alle 21.30

Sabato 23 novembre, serata imperdibile per tutti coloro che desiderano approfondire la battaglia che da vent’anni si sta conducendo in Val di Susa. Esponenti del movimento Comitato NoTAV Spinta dal Bass – Spazio Sociale Visrabbia saranno ad Art Lab Occupato alle 21.30 per parlare in lungo e in largo dei problemi generati dalla costruzione di quel tratto di ferrovia, dai danni ambientali ai profitti di pochi alla sostanziale inutilità dell’opera, passando per gli strumenti di lotta che la popolazione che abita quella valle ha messo in atto. Una lotta eroica che ha bisogno di essere compresa anche in terre lontane come la nostra, ricordando che la costruzione dell’alta velocità abbraccia tutto il paese e ha creato problemi in molte parti d’Italia. Questo emerge chiaramente nel documentario “Fratelli di Tav” (2008) di Manolo Luppichini che precederà l’incontro.

Al centro della serata la presentazione del libro “Nemico pubblico” (con contributi di attivisti Notav e di importanti personalità, tra i quali Erri De Luca ed Ascanio Celestini) che ricostruisce la vicenda mediatica legata alla “costruzione del mostro”, il violento, l’agitatore. Una manifestazione in valle contro l’ampliamento di un cantiere, l’arrivo delle forze dell’ordine, la caduta di Luca da un traliccio dell’alta tensione, il coma, l’acuirsi della rabbia, il blocco dell’autostrada, lo sgombero, queste in sintesi le premesse per ciò che di lì a breve sarebbe avvenuto. Pochi minuti di riprese strappati alla contestazione bastano ai media nazionali per confezionare ad arte l’archetipo del “pericoloso” e per delegittimare in un sol colpo una battaglia scomoda per chi ha già deciso che quell’opera si deve fare. Ma non possono essere cancellati così anni di lotta, di tempo sacrificato alla propria vita privata, di rischi personali, di contenuti reali, anche per questo è stato scritto il libro. Ne esce l’immagine di una valle unita, adulti, vecchi e bambini che resistono pretendendo di poter avere voce in capitolo su ciò che succede nella loro terra.

Sarà dunque una serata importante per riflettere sui meccanismi della democrazia, dalla necessità nell’epoca contemporanea di essere fruitori critici e consapevoli di un’informazione molto spesso parziale alle reali possibilità che hanno i cittadini per partecipare alle scelte importanti compiute da una classe politica che dovrebbe rappresentarli, alla legittimità delle forme di lotta più o meno radicali per l’ottenimento di diritti. Il ricavato del libro servirà per contribuire a sostenere le spese legali e processuali dei NO TAV.

Il programma della giornata:

Ore 19.00 Aperitivo
Ore 20.30 Proiezione “Fratelli di Tav”
Ore 21.30 Presentazione di “Nemico pubblico” e dibattito
Ore 23.00 Dj set Militant

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

  • Influenza: a Parma il primo caso in un bimbo di 9 mesi

  • Coronavirus: a Parma 15 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento