Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Pablo / Piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa

No Tav, in corteo per la Val Susa: tensioni davanti alla stazione

Gli attivisti del movimento parmigiano contro il Treno ad Alta Velocità sono ritornati in piazza dopo il corteo di lunedì, la polizia in antisommossa si è schierata e ha impedito l'ingresso: bloccate alcune strade

Corteo No Tav in stazione

Il movimento parmigiano contro il Treno ad Alta Velocità ha manifestato ieri pomeriggio in protesta contro lo sgombero dell'autostrada A32 in Val Susa, durante il quale i manifestanti hanno denunciato violenze da parte delle forze dell'ordine, bloccata per giorni dagli attivisti dopo il ferimento grave di un manifestante Luca Abbà, che si trova ancora in gravi condizioni al Cto di Torino. Dopo il corteo spontaneo in centro di lunedì che aveva bloccato il traffico in più punti della città ieri gli attivisti si sono ritrovati davanti alla stazione ferroviaria con striscioni, megafono e volantini.

Le forze dell'ordine, polizia e carabinieri in assetto antisommossa hanno impedito agli attivisti di entrare, schierandosi all'ingresso della stazione temporanea. Un corteo spontaneo ha poi bloccato il traffico di fronte alla stazione, sul Ponte delle Nazioni, percorrendo poi le strade laterali per ritornare su via Trento. Gli attivisti si sono recati di nuovo in stazione ma la polizia ha nuovamente bloccato l'ingresso. Qui c'è stato qualche momento di tensione ma nessun contatto. Un nuovo corteo dei manifestanti No Tav ha raggiunto Piazza Garibaldi. I cori e gli slogan in solidarietà agli attivisti della Val Susa sono stati i principali protagonisti del corteo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Tav, in corteo per la Val Susa: tensioni davanti alla stazione

ParmaToday è in caricamento