Noceto, aggressione omofoba. La solidarietà di Sel al ragazzo

"Nel condannare dunque, la vergognosa aggressione avvenuta a Noceto, la Federazione Provinciale di Sel Parma, esprime solidarietà al ragazzo oggetto di violenza e si farà carico di portare il tema all'attenzione dei propri eletti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Noceto. Aggressione omofoba. Alex, nome di fantasia, ha raccontato la sua drammatica storia a ParmaToday. La prima reazione è quella di Sel che esprime solidarietà al ragazzo aggredito.

"In questi febbrili giorni di campagna elettorale, tutto ciò che esula dalla politica pura passa un po' in second'ordine. Ci riferiamo alla notizia dell'aggressione omofoba avvenuta a Noceto ai danni di un quindicenne “reo” a detta degli aggressori di essere gay. Senza entrare nel merito della dinamica, che come sempre è espressione di una violenza gratuita e del più forte contro il più debole, preme sottolineare come nonostante ci si trovi nel 2013 e ci si definisca civili, si sia ben lontani da tale condizione e che purtroppo molta strada occorra ancora percorre per arrivare all'accettazione dell'omosessualità come una condizione personale a fianco di tutte le altre, che compongono la realtà.

Si ha un bel da sbandierare, all'interno delle istituzioni, che l'omofobia va combattuta che si votano all'unanimità documenti condivisi per mettere al bando queste culture che nulla hanno di civile (operazione peraltro fatta anche al Comune di Noceto, su mia proposta). La realtà è che se non si entra sul piano culturale, la carta stampata non serve a nulla, se non a scaricarsi la coscienza. Occorre agire sul piano culturale, perchè questo è il livello del problema, partendo dalle scuole con iniziative che coinvolgano insegnanti e genitori in un percorso che naturalmente porti a sviluppare una coscienza dell'essere multipersone, ognuno con una sua specificità, senza catalogazioni tra giusto e sbagliato.

E perchè no, agire in collaborazione con le parrocchie, luoghi di aggregazione soprattutto nelle piccole realtà come Noceto, che tanta parte hanno nella formazione dei cittadini. Sinistra Ecologia e Libertà è da sempre impegnata nella battaglia contro le intolleranze e l'omofobia in particolare, facendosi portavoce dei diritti e delle esigenze di chi vive tale condizione, e si farà promotrice di un percorso che dovrà portare all'approvazione di un testo che applichi sanzioni a chi si rende protagonista di discriminazioni dovute all'orientamento sessuale.

La nostra rivoluzione culturale deve nascere dai consigli comunali, dai circoli territoriali, dalle associazioni cittadine, dalle scuole e poi deve arrivare in Parlamento dove dovranno essere approvate le leggi. A cominciare da quella contro l’omofobia perché si deve porre rimedio alla vergognosa mancanza legislativa che vi è in Italia. Nel condannare dunque, la vergognosa aggressione avvenuta a Noceto, la Federazione Provinciale di Sel Parma, esprime solidarietà al ragazzo oggetto di violenza e si farà carico di portare il tema all'attenzione dei propri eletti, affinché siano maggiormente spronati ad agire nella direzione sopra menzionata".

Federica Barbacini, coordinatrice provinciale Sel Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento