Nomine all'Ospedale Maggiore: Borghi, Meschi e Grisendi indagati per abuso d'ufficio

Chiuse le indagini, coordinate dal Pm Umberto Ausiello: secondo l'accusa l'ex Rettore, già coinvolto nell'inchiesta Pasimafi, "ha scelto la sua convivente" come capo del dipartimento medico geriatrico

E' stata chiusa l'inchiesta per abuso d'ufficio, portata avanti dalla Guardia di Finanza di Parma e coordinata dal Pm Umberto Ausiello, relativa alla nomina di Tiziana Meschi a capo del reparto di Medicina interna e lungodegenza critica: il 1° febbraio si è insediata come direttore dell'unità operativa e due mesi dopo è diventata numero uno del Dipartimento medico geriatrico riabilitativo. Secondo la ricostruzione della Procura di Parma l'ex rettore Loris Borghi - che si è dimesso poichè indagato, sempre per abuso d'ufficio, in un'altra inchiesta, la Pasimafi, per la nomina di Massimo Allegri - avrebbe "scelto la sua convivente". Un'operazione, secondo l'accusa, contraria alla legge: la chiusura delle indagini ha portato alla contestazione del reato di abuso d'ufficio in concorso per Loris Borghi, la stessa Tiziana Meschi e Leonida Grisendi, ex Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria. Secondo quanto ricostruito dalla Procura Borghi e la Meschi sarabbero conviventi: per questo motivo l'ex Rettore avrebbe dovuto astenersi nella procedura di nomina. Anche per quanto riguarda i requisiti gli inquirenti hanno molti dubbi: Tiziana Meschi è ricercatrice e professore aggregato ma altri avrebbe avuto requisiti migliori. Leonida Grisendi è indagato poichè avrebbe firmato le nomine: essendo un'azienda ospedaliero-universitaria è previsto che le nomine dei direttori dei reparti e dei dipartimenti vengano fatte dal direttore generale d'intesa con il Rettore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

  • Covid, oggi si decide: Parma potrebbe tornare in zona gialla

Torna su
ParmaToday è in caricamento