rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Cronaca

Norma Megardi, bruciata nella sua auto: indagano i Ris di Parma

Svolta nel caso della pensionata di 75 anni di Sele, in provincia di Alessandria, trovata carbonizzata lunedì scorso. L'uomo fermato è accusato di omicidio volontario, incendio e distruzione di cadavere

I carabinieri i del nucleo investigativo di Alessandria hanno fermato nella notte un uomo, considerato il responsabile dell'omicidio di Norma Megardi, la pensionata 75enne di Sale, il cui corpo carbonizzato è stato trovato all'interno della sua auto lunedì scorso. L'uomo, accusato di omicidio volontario, incendio e distruzione di cadavere, ha confessato il delitto. Per fare luce sulla vicenda sono intervenuti anche i militari del raggruppamento investigazioni scientifiche (Ris) di Parma.

Il cadavere dell'ex docente di inglese, originaria della Puglia ma residente nell'Alessandrino, era stato ritrovato rannicchiato sul sedile posteriore dell'auto, una Opel, data alle fiamme. Probabilmente l'assassino ha voluto inscenare un suicidio per sviare le indagini. 

Secondo tutti coloro che la conoscevano, tra cui il marito Orio e il figlio Victor, era impossibile che avesse deciso di togliersi la vita: era piena di interessi e di attività e non avrebbe mai abbandonato Velvet e Bryan, i suoi due cani collie. Le telecamere della zona hanno immortalato la sua vettura per l'ultima volta proprio mentre andava a dare loro da mangiare. 

L'unica traccia che poteva fare pensare a qualcuno che ce l'avesse con lei, fino a ieri, era quella relativa a un litigio che aveva avuto con un agricoltore affittuario di un suo terreno verso cui aveva un credito di 2.600 euro. I vicini di casa raccontano che lei aveva subito anche degli atti intimidatori. Al momento non è stato resa nota l'identità della persona fermata dalle forze dell'ordine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Norma Megardi, bruciata nella sua auto: indagano i Ris di Parma

ParmaToday è in caricamento