Nucleo Antiviolenza, casi raddoppiati: ritrovato un minore nascosto in Grecia

Le pratiche nel 2010 sono state 123. Tra le attività del nucleo anche la tutela dei minori e le operazioni anti-stalking. L'assessore Fecci: "La violenza non deve mai essere taciuta o negata e occorre denunciare"

Per il Nucleo Antiviolenza della Polizia Municipale il 2010 si è rivelato un anno di grande lavoro. Il numero di pratiche gestite è raddoppiato rispetto a quello dell’anno precedente, passando dalle 66 del  2009 alle 123 del 2010.

Fra i diversi casi che hanno dovuto affrontare gli agenti del Nucleo Antiviolenza è stato registrato un netto incremento delle indagini delegate dalla Procura per i Minori di Bologna, riguardanti minori problematici o affidati ai Servizi Sociali, o ancora sottratti alla potestà genitoriale. Nel 2009 erano state 22 le indagini delegate dalla Procura, mentre sono 66 quelle effettuate nel 2010.

La tutela dei minori
Il Nucleo ha rintracciato un minore sottratto dai genitori ai Servizi Sociali e nascosto all’estero (Grecia), oltre ad essersi occupato di segnalazioni relative ad una ventina di minori vittime della scarsa cura e dell’inadeguatezza dei genitori. Nello svolgimento di queste particolari attività, il nucleo si è avvalso anche della preziosa collaborazione del personale del Nucleo Edilizia per condurre le ispezioni negli appartamenti in cui dimoravano questi minori. Chiunque abbia necessità di contattare gli agenti del Nucleo Antiviolenza può telefonare al numero verde 800977994.

La violenza e lo stalking
Per quanto riguarda il numero di segnalazioni, denunce, esposti e querele raccolte, aventi ad oggetto episodi di violenze in famiglia, stalking e molestie telefoniche, anche in questo caso si registra un incremento del numero di persone che si sono rivolte al Nucleo Antiviolenza.

Nel complesso, sono state raccolte 12 denunce per stalking, molestie telefoniche, violenza in famiglia e cyberstalking. Nelle indagini è stato molto importante anche la collaborazione e il contributo offerto dal settore Welfare del Comune di Parma, con il quale sono state condotte numerose operazioni.

La dichiarazione
“La creazione del nucleo antiviolenza della Polizia Municipale nel 2009 è stato il primo risultato che ho portato a termine come assessore alla Sicurezza. La crescita del nucleo, evidenziata dai risultati descritti, rappresenta un motivo di orgoglio per la Polizia Municipale, che sta dimostrando giorno dopo giorno di acquisire sempre maggiori competenze e professionalità”, afferma l’assessore Fabio Fecci. “Attraverso questo prezioso lavoro stiamo garantendo alle fasce più deboli della società un forte contributo anche in termini di sostegno psicologico e morale – continua l’assessore alla Sicurezza -.

Dobbiamo far passare il messaggio che la violenza non deve mai essere taciuta o negata e che occorre denunciare, chiedere aiuto e farsi guidare per incamminarsi su un percorso in cui nessuno debba mai sentirsi solo. Per questo motivo ringrazio l’ispettore Veluti e il suo gruppo per la competenza, la professionalità e l’umanità che stanno dimostrando nel trattare casi così delicati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bedonia, precipita con l'auto nel Taro: muore 20enne

  • Panico in via Newton, fiamme nella scuola: evacuati gli studenti

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Fallisce la Sebiplast: al via i licenziamenti collettivi

  • Spettacoli teatrali, arte e mercatini...di Natale: week end ricchissimo

  • E' morto Beppe Aliano, il 19enne rimasto coinvolto nello scontro di Fontanini

Torna su
ParmaToday è in caricamento