Il nucleo cinofilo verrà smantellato: è costato 122 mila euro. I cani non erano addestrati?

L'assessore Casa ricostruisce i vari passaggi. Il nucleo è stato sciolto dichiarata inidoneità permanente al servizio del cane Ax. Non è stato mai prodotto un attestato che provava l'addestramento dei due cani che ora verranno dati in adozione

L’assessore alla sicurezza Cristiano Casa ha risposto nell’ultima seduta del Consiglio Comunale ad una interpellanza presentata dal consigliere Savani, relativa alla situazione del nucleo cinofilo comunale. Lo stesso assessore ritiene di intervenire puntualizzando la situazione per una più completa informazione ai cittadini in materia: “Il nucleo cinofilo -ricorda Casa- fu costituito all’atto dell’acquisto di due cani antidroga, Paco e Ax, con determinazione dirigenziale del primo dicembre 2009. Il nucleo si è di fatto sciolto in seguito alla dichiarata inidoneità permanente al servizio del cane Ax, stabilita da un addestratore cinofilo Enci.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’addestramento fu a suo tempo eseguito da un addestratore scelto da una commissione appositamente costituita, del quale non è stato possibile successivamente accertare lo status di addestratore specializzato negli elenchi della Federazione Cinofila internazionale. Comunque non è stato prodotto un attestato comprovante l’addestramento antidroga dei due cani. Inoltre va detto che il nucleo cinofilo non rientra fra le priorità degli obiettivi posti in capo alla Polizia Municipale, quindi non è prevista la reistituzione dello stesso.

L’interpellanza chiede conto dell’attività svolta e dei risultati ottenuti .Ecco i dati: durante l’intero periodo di attività, sono state eseguite 21 operazioni antidroga, che hanno portato al sequestro di 290 grammi di marjuana, 0,5 grammi di cocaina, 1,1 grammi di hashish e 2,3 grammi di eroina. In seguito allo smantellamento del nucleo, il box e il veicolo saranno probabilmente messi a disposizione del canile municipale per la sua attività istituzionale.

Le spese complessive del nucleo cinofilo ammontano in totale a 122.269 euro, tra cui 14.760 per allestimento area verde di sgambamento cani, 5.352 euro per l’acquisto del box, 38.621 euro per interventi di adeguamento dei box, 6.000 euro per l’acquisto dei cani, 15.700 per la formazione degli agenti del nucleo, 19.700 euro per l’acquisto del veicolo, 12.480 euro per l’allestimento del veicolo stesso. A queste si aggiungono spese varie e di personale per l’attività del nucleo. Quanto ai due cani, Paco e Ax (che è stato recuperato dal punto di vista comportamentale) ora stanno bene: sono in affidamento temporaneo a due agenti, per uno di essi c’è già una disponibilità all’adozione, per l’altro si sta verificando la stessa prospettiva”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento