Solidarietà. Number 1 offrirà servizi di trasporto a favore del Banco Alimentare

L'accordo è stato annunciato oggi a Parma nel corso dell'evento “Logistica 2.0: impresa e capitale umano”. Number 1 si impegna a frnire servizi per il trasporto delle eccedenze donate dalle aziende agroalimentari

Abbattere i costi del trasporto e incrementare la distribuzione degli alimenti offerti alle 9.000 strutture caritative convenzionate dal Banco Alimentare, che assistono 1.800.000 indigenti. E’ questo l’obiettivo dell'accordo tra Number 1 - primo operatore nazionale della distribuzione dei beni di largo consumo - e Fondazione Banco Alimentare Onlus - l'Associazione senza scopo di lucro che promuove iniziative di solidarietà sociale - annunciato oggi a Parma nel corso dell'evento “Logistica 2.0: impresa e capitale umano”.
 
Con questa partnership, Number 1 si impegna a supportare l'attività logistica del Banco Alimentare fornendo servizi per il trasporto delle eccedenze donate dalle aziende agroalimentari, della grande distribuzione e della ristorazione organizzata alla Rete Banco Alimentare diffusa capillarmente su tutto il territorio nazionale.
 
Dopo una prima fase in cui a Number 1 verranno affidati esclusivamente i viaggi a temperatura ambiente, si prevede di estendere la collaborazione anche ai trasporti a temperatura controllata. L’accordo avrà una durata semestrale, ma l’intenzione è quella di estenderlo negli anni a venire. Si stima che nel 2013 Number 1 eseguirà almeno 10 viaggi al mese lungo tutto lo Stivale con notevoli benefici economici per il Banco Alimentare.
 
“Supportare la logistica del Banco Alimentare – dichiara Gianpaolo Calanchi, Amministratore Delegato di Number 1 – significa per noi mostrare concretamente cosa significa mettere al centro dell’impresa il bene sociale. Vogliamo infatti lanciare un segnale, crediamo fermamente che per superare la crisi occorrono innovazione e solidarietà, ad ogni livello”.
 
“In un periodo di forte crisi economica come quello che stiamo vivendo – ha commentato Andrea Giussani, Presidente di Fondazione Banco Alimentare Onlus - l’accordo che abbiamo stipulato con Number 1 rappresenta un grosso vantaggio che ci permetterà di migliorare la nostra attività incrementando notevolmente i servizi offerti alle migliaia di persone in difficoltà che ogni giorno si rivolgono alle diverse strutture caritative sostenute dalla Rete Banco Alimentare in tutta Italia.
 
Nell’ambito dell'appuntamento “Logistica 2.0: impresa e capitale umano” - organizzato da Number 1 a Parma, cui hanno preso parte circa 300 operatori del settore agroalimentare e della grande distribuzione - è stata inoltre presentata la ricerca “Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità”, curata dal prof. Alessandro Perego, ordinario di Supply Chain Management al Politecnico di Milano. I risultati illustrati hanno evidenziato come ogni anno in Italia finiscano nella spazzatura oltre 6 milioni di tonnellate di cibo, pari a 13 miliardi di euro l’anno. E’ emerso quindi come sia necessario creare modelli e strumenti per gestire le eccedenze alimentari una volta che siano state generate.
 
Sui temi della giornata sono intervenuti Luca Barilla che ha parlato del significato di responsabilità sociale dell’impresa alla luce della sua esperienza di imprenditore; Gianpaolo Calanchi, Amministratore Unico del Gruppo Fisi, che ha presentato i risultati della ricerca “Number 1 vista da clienti e fornitori” e illustrato le strategie di sviluppo del gruppo parmense nell’ottica dei temi trattati e Giorgio Vittadini, Presidente della Fondazione per la Sussidiarietà che, con un videomessaggio, ha affrontato il tema della connessione tra valorizzazione del capitale umano e ripresa economica.
 
Nel corso dell’evento, inoltre, Number 1 ha lanciato la prima edizione di “Number 1 for Innovation”, il concorso di idee organizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano e con il coinvolgimento dei principali atenei italiani. L’iniziativa è rivolta a laureandi e laureati chiamati a presentare un progetto nell’ambito della logistica, mirato a incrementare la competitività dei fornitori di servizi logistici e a creare valore sul mercato.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento