Lavoro femminile, a Parma il 60,7%. Emilia-Romagna seconda in Italia

Secondo l'Ufficio studi di Confartigianato la Regione Emilia-Romagna con il 60,9% è seconda nella classifica nazionale, dietro solo a Bolzano. La nostra città è in linea: ma le storie di disoccupazione femminile sono sempre di più

A leggerli sono dati realizzati da un Centro Studi che si basa su una serie di indagini utili a stabilire la percentuale relativa ad ogni città. I dati, poi, vanno verificati nelle storie che 'raccontiamo' tutti i giorni. In Emilia-Romagna, secondo l'Ufficio Studi di Confartigianato, l'occupazione femminile è ad alti livello. E' al top in Italia con il 60,9% di occupate, dietro solo la Provincia Autonoma di Bolzano.

A Parma, che contribuisce alla percentuale finale, è al 60,7%, in linea con la media regionale.  Dietro di noi in Regione la provincia di Forlì-Cesena, Reggio Emilia, Piacenza e Rimini. Ma le storie che raccogliamo come cronisti fotografano una situazione tutt'altro che serena e la discriminazione al femminile non sembra scomparire nemmeno nella nostra Regione, dove l'immagine di una terra rigogliosa appartiene ormai al ricordo del passato.

LA STORIA: 27ENNE, PARMIGIANA. DISOCCUPATA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento