Martedì, 23 Luglio 2024
Cronaca

Ollari, il mistero resta: nessun segno di violenza sul cadavere

Primi risultati dall’autopsia eseguita sui resti della donna scomparsa l’anno scorso e ritrovata nel febbraio di quest’anno

Niente segni di violenza sul corpo di Alessandra Ollari. E nemmeno tracce di droga o farmaci. Sono le prime risultanze relative all'autopsia e agli esami tossicologici sulla donna scomparsa lo scorso anno e i cui resti sono stati rinvenuti nel febbraio di quest'anno. Gli esami in effetti confermano quanto era già stato avanzato in termini ufficiosi nei giorni successivi al ritrovamento del cadavere, quando erano stati negati evidenti segni di violenza sul corpo. Adesso la conferma che infittisce il mistero anche se, va specificato, trovare tracce di droga o veleni sarebbe stato praticamente impossibile vista l'assenza di sangue. 

Le analisi autoptiche sul cadavere della donna, la cui scomparsa è stata denunciata dal compagno Ermete Piroli il 29 giugno del 2023, dovevano stabilire la causa della morte della donna e il periodo in cui è avvenuto il decesso.

Il corpo ritrovato in via Sidoli, poi identificato come quello di Alessandra Ollari, era in avanzato stato di decomposizione. Per questo motivo il riconoscimento - effettuato attraverso alcuni oggetti personali e i vestiti - non è stato semplice.

Il cadavere è stato ritrovato da un passante che si trovava in zona con il suo cane. L'area, infatti è utilizzata da molte persone per le passeggiate con gli amici a quattro zampe. Il punto esatto in cui è stato trovato è parzialmente inaccessibile per la presenza di alcuni rovi e di vegetazione incolta ma si trova a pochi passi dai garage di un condominio, proprio nei pressi di un muro che lambisce le abitazioni. Il dubbio a cui si era cercato di dare una risposta era che fosse piuttosto improbabile che nessuno si fosse accorto di quel corpo, nemmeno i tanti cani che sono passati in zona negli ultimi mesi. 
Eppure, dopo la conferma dell'autopsia, il mistero resta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ollari, il mistero resta: nessun segno di violenza sul cadavere
ParmaToday è in caricamento