Oltre duemila piante per il progetto di forestazione di un'area verde del Cinghio Sud

L'obiettivo resta sempre quello di migliorare la qualità dell'aria

Oltre duemila piante verranno messe a dimora in un’area verde di 20 mila metri quadrati di proprietà del Comune di Parma, situata a ridosso della tangenziale Sud, con accesso da via Decorati al Valor Militare, via Olimpia e via Amstrong, grazie alla collaborazione tra Arbolia e Comune di Parma.  

Si tratta di un esempio virtuoso di collaborazione tra pubblico e privato finalizzato ad un intervento di forestazione in un’area pubblica allo scopo di combattere il riscaldamento globale, migliorare la qualità dell’aria e creare nuove aree verdi a disposizione della comunità. Un progetto che il Comune di Parma sta portando avanti e che prevede, per il futuro, la creazione di polmoni verdi in aree pubbliche presenti a margine di grandi vie di comunicazione, come la tangenziale, e che si fonda su un accordo di sponsorizzazione, in questo caso, tra il Comune e la società Arbolia, la quale si farà carico della realizzazione e della manutenzione per i primi tre anni.

L’intervento sarà finanziato da Max Streicher S.p.A, azienda con sede a Parma appartenente al gruppo tedesco Max Streicher e che opera da circa 20 anni nella realizzazione di impianti e infrastrutture nel settore energia. Accanto a questa area, Arbolia ha già individuato altre due aree verdi di proprietà pubblica in cui verranno messi a dimora numerosi alberi, dando seguito, in questo modo, ad un ampio progetto di forestazione.

Due aziende si sono già impegnate a finanziare una parte di questi ulteriori interventi: si tratta di Impresa Tre Colli S.p.A., con sede a Fidenza, un’azienda privata italiana con quasi 50 anni di storia specializzata nella realizzazione di lavori di costruzione e manutenzione impianti oil and gas e costruzioni industriali e commerciali, e di Enereco S.p.A, azienda multinazionale privata italiana con sede a Fano e specializzata da oltre 25 anni in servizi di ingegneria, direzione lavori e progettazione.  

Arbolia è una società benefit, creata su iniziativa di Snam e Cassa Depositi e Prestiti, per promuovere la sostenibilità ambientale, la biodiversità e contrastare i cambiamenti climatici.

Il progetto è stato sviluppato dal Comune di Parma, attraverso un’indagine conoscitiva preliminare per individuare le aree più idonee a questo fine. E quella del Cinghio Sud è risultata la prima nell’elenco di quelle che, in futuro, saranno oggetto di progetti di forestazione.  

Nello spazio verde verranno piantate 2066 piante tra pioppi, platani, querce, frassini, bagolari, tigli, olmi, carpini, aceri, viburni, piante di noce, arbusti di sanguinello, sambuchi e alberi di Giuda.  A queste se ne aggiungeranno altre 6 mila grazie al progetto di forestazione di altre aree.

Le ricadute da un punto di vista ambientale del primo progetto sono rilevanti: l’assorbimento di Anidride Carbonica (CO2) totale per ogni anno è stimata in 178 tonnellate; l’assorbimento di Polveri Sottili (PM10) corrisponde a 483 chilogrammi per anno.  

Il sindaco, Federico Pizzarotti, ha sottolineato: “Più di 2000 piante messe a dimora è una buona notizia per Parma, è un impegno che rappresenta il modello di sviluppo della città: verde, dall’alta qualità della vita e improntata al benessere sostenibile. Il progetto ci soddisfa e indica la strada da intraprendere, quella della lotta al cambiamento climatico e della difesa del patrimonio verde di Parma, una ricchezza che i parmigiani amano e apprezzano”.

Soddisfazione è stata espressa dall’Assessore alle Politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche, Michele Alinovi: “Il progetto che presentiamo costituisce un tassello importante di un più ampio piano di forestazione promosso dal Comune di Parma, attraverso il partenariato pubblico – privato, per dare una risposta concreta e significativa alla lotta ai cambiamenti climatici. Questo grazie all’incremento del patrimonio arboreo del Comune di Parma, in particolare lungo i principali assi infrastrutturali cittadini”. 

Salvatore Ricco, Amministratore Delegato di Arbolia, ha sottolineato: “Siamo felici di avviare il primo progetto di Arbolia a Parma, città molto attenta ai temi della sostenibilità ambientale e capitale italiana della cultura 2020-2021. Con questa iniziativa vogliamo dare un contributo concreto al miglioramento della qualità dell’aria e della vita, a beneficio della comunità parmigiana, e auspichiamo di poterla presto replicare in altre zone della città. Ringraziamo il Comune per aver accolto favorevolmente il nostro progetto e le aziende Max Streicher, Enereco e Tre Colli per averlo supportato”.

Mauro Libè, Manager Relazioni Istituzionali di Snam, ha commentato: “Questa prima iniziativa di Arbolia, frutto di un dialogo costruttivo con gli enti e la comunità di Parma, testimonia il legame tra Snam e i territori e il nostro impegno nella sostenibilità ambientale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento