menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quartieri - Oltretorrente: la Biblioteca Civica che diventerà albergo

Il Comitato Leggere tra le ruspe, nato nel maggio del 2010 da un gruppo di cittadini e utenti, si oppone al progetto di project financing che trasformerà un luogo di cultura in una struttura ricettiva turistica

civica_2Da luogo di cultura a struttura ricettiva turistica. Nel cuore dell'Oltretorrente se ne andrà un altro pezzo della Parma culturale ed artistica per lasciare spazio ad un grande albergo. Da sempre queste stanze ospitano documenti storici, libri, carteggi; tra poco ospiteranno turisti che potranno permettersi una struttura alberghiera di alto livello.

Il Comitato Leggere tra le ruspe, nato nel maggio del 2010, è formato da cittadini ed utenti del plesso bibliotecario di Vicolo Santa Maria che si oppongono a questa imminente trasformazione urbanistica e sociale. Andrea, Ilaria e Josè sono indignati. "Siamo nati per protestare contro la chiusura serale del primo piano, la riduzione dei servizi della Biblioteca Civica e la chiusura del parcheggio di via Kennedy che, secondo le previsioni di allora, avrebbe comportato la chiusura della biblioteca, situazione che non si è poi fortunatamente verificata. Con la nascita del progetto di project financing per la 'ristrutturazione' dell'Ospedale Vecchio, che comprende anche la Civica e che sarà in partedestinato ad un albergo, ci siamo interessati di queste tematiche e stiamo lavorando per informare sulle conseguenze deleterie che potrebbe avere per la cultura cittadina". Il progetto per il project financing, nato nel 2003, dopo varie vicissitudini legali con il ricorso perso dall'associazione Monumenta, è stato vinto dalla ditta Pizzarrotti. L'attuale progetto prevede che la Biblioteca Civica venga spostata nei luoghi dell'Archivio di Stato, nell'area della cosiddetta Crociera a 50 metri dal luogo attuale, insieme alla Biblioteca Ilaria Alpi inaugurata pochi mesi fa dall'amministrazione comunale in Vicolo delle Assi.

Il progetto definitivo curato dall'architetto Canali, che doveva essere ponto a gennaio 2011, non è ancora stato presentato ufficialmente. Tecnici della Pizzarrotti si sono però visti in questi giorni, a scattare foto ed effettuare misurazioni, sia nell'area della Civica che nella zona dell'Ospedale Vecchio che si affaccia sul via d'Azeglio. "In base alle dichiarazioni rilasciate ci preoccupiamo e cui chiediamo quante risorse economiche verranno utilizzate, in quali tempi, se si è pensato ai problemi di accessibilità. La struttura destinata alla Civica ha problemi di riscaldamento poichè l'edificio è molto alto. Nella sentenza che dà torto all'associazione Monumenta si parla di restauro, non di ristrutturazione: come sarà possibile non ristrutturare? Sui tempi c'è il massimo silenzio, dopo l'incontro con l'Assessore Luca Sommi del 4 agosto 2010 stiamo ancora aspettando una risposta".


Qual'è la vostra idea per la Biblioteca Civica? "Difendiamo l'attuale Biblioteca Civica, luogo di socializzazione aperto a tutti, già oggi sede di incontri culturali, musicali ed artistici: preziosa per gli anziani che vengono a leggere il giornale, per gli studenti fuori sede, per i ragazzini che vengono a fare i compiti alla Tana dell'Orso. Proponiamo di ritornare all'apertura serale, che vorrebbe dire dar valore ad una città universitaria ed europea come Parma, e di recuperare il secondo ed il terzo piano, ora non aperti al pubblico".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento