menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quartieri - Oltretorrente, impossibile parcheggiare: residenti esasperati

Tra scuole, palestre, lavori in corso, movida e università, trovare un posto per l'auto in Oltretorrente è diventato un miraggio. Chi abita in zona: "Ma di questo non si parla mai in Consiglio di quartiere?"

La questione parcheggi rimane un tema dolente nel quartiere dell'Oltretorrente. A causa della compresenza di scuole e palestre e della vicinanza al centro, per i residenti è da tempo una difficoltà quotidiana trovare dove posteggiare la propria auto.
Durante la prima mattina e all'uscita da scuola infatti il viavai di genitori in attesa e studenti obbliga a percorrere più volte le strade del quartiere per una vera e propria caccia al posto; nel pomeriggio la continua attività delle palestre contribuisce a mantenere alto il  numero delle vetture.

La sera, poi, dato che i lavori all'ex anagrafe hanno reso indisponibile il largo parcheggio vicino al Parco Ducale, la zona tra via Bixio e il lungoparma è diventata la soulzione più comoda per chi vuole andare in centro senza incorrere nelle temute striscie bianche e blu.
Chiesta da tempo la possibilità di una soluzione che possa quantomeno ridurre il problema, alcuni residenti sentono inascoltate le proprie lamentele.

Abbiamo raccolto la testimonianza di una residente di via Bixio. "Siamo davvero esasperati. E' inconcepibile dover passare tutto questo tempo ogni santo giorno per trovare un parcheggio vicno a casa. Per non parlare del fine settimana. Tutta quella gente là, della movida, lascia la macchina qui per andare a fare bagordi e chi vuole tornarsene a casa dopo il lavoro deve penare. Appena dietro via Bixio ci sono le righe bianche e blu, qui forse siamo meno in centro? Non dico istituire la ztl, per carità, ma almeno che la sera si possa tornare da lavorare e trovare parcheggio, quello si. Di questo in Consiglio di quartiere non si parla mai?"

Criticata anche la definizione di via Bixio come "via sensibile", ossia strada dove neppure i residenti possono posteggiare utilizzando il relativo permesso: "Sono pochi posti, per carità, ma credono davvero di aiutare il commercio in questo modo? La gente non viene mica qui a fare la spesa da fuori, un po' per i prezzi ma anche perchè deve pagare il parcheggio: chi glielo fa fare se a pochi minuti c'è un centro commerciale dove lasciare la macchina gratis? E intanto io che ho il permesso e abito qui sopra rischio di prendere la multa a casa mia".
Si attende il prossimo Consiglio di quartiere per vedere se sarà presente, tra i punti all'ordine del giorno, anche un problema sentito quotidianamente dai residenti come quello dei parcheggi.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento