rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca San Leonardo / Via Pietro Gobetti

"Trascinato con l'auto dopo aver rubato marijuana": così è morto il 22enne nigeriano

Luca Vescovi è il 36enne di Poviglio rinchiuso nel carcere di Reggio Emilia come unico sospettato per l'omicidio di Thankgod Omonkhegbele: la ricostruzione degli inquirenti

C'è un svolta nelle indagini in merito alla morte del 22enne nigeriano Thankgod Omonkhegbele, avvenuta nella notte tra il 31 ottobre ed il 1° novembre in via Gobetti. Il giovane era stato trovato in una pozza di sangue: un residente aveva chiamato i soccorsi vedendo il corpo senza vita dell'uomo, a terra. La sua bicicletta invece era appoggiata al muretto, dove è rimasta fino all'arrivo delle forze dell'ordine. L'italiano arrestato, che si trova attualmente nel carcere di Reggio Emilia si chiama Luca Vescovi e, per ora, è l'unico sospettato dell'omicidio di Thankgod. Il 36enne di Poviglio, in provincia di Reggio Emilia, secondo le ricostruzioni degli inquirenti, conosceva la vittima e si sarebbe recato in via Gobetti per acquistare droga, nello specifico marijuana dal nigeriano. L'italiano, dopo che non era stato trovato un accordo sul prezzo, avrebbe rubato il sacchettino contenente la sostanza stupefacente, cercando poi di andarsene. A quel punto il giovane avrebbe cercato di fermarlo mentre il 36enne avrebbe proseguito la marcia dell'auto, trascinando il 22enne lungo via Gobetti. Le ferite riportate in seguito al trascinamento avrebbero provocato la morte del giovane nigeriano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Trascinato con l'auto dopo aver rubato marijuana": così è morto il 22enne nigeriano

ParmaToday è in caricamento