Filomena uccisa mentre preparava la cena

I carabinieri avrebbero trovato i fornelli ancora accesi. Il 36enne era convinto che la coppia ce l'avesse con lui per qualche motivo

Filomena Cataldi, la 44enne massacrata nella sua abitazione di via Romagnoli, 2 a San Polo di Torrile, avrebbe aperto la porta al suo vicino 36enne, mentre stava preparando la cena. La donna, che in quel momento era in casa da sola, non si aspettava la brutale aggressione, che sarebbe avvenuta da lì a pochi istanti, e aveva lasciato anche i fornelli accesi: infatti in quel momento stava preparando la cena. I carabinieri infatti avrebbero trovato ancora i fornelli accesi. Il motivo della violenta aggressione con un mortaio di legno sono ancora sconosciuti: sembra che il 36enne fosse convinto che la coppia ce l'avessa con lui per qualche motivo, ancora da ricostruire. L'aggressore, di origine cinese, fa l'operaio e vive da anni in Italia, parla bene la lingua e viveva insieme alla moglie e a due figli piccoli nell'appartamento al piano di sopra. Il corpo devastato di Filomena è stato ritrovato tra l'ingresso ed il salotto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

  • Coronavirus, due nuovi casi a Parma: il bilancio si aggrava e sale a quattro

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus, quattro nuovi casi a Parma: il bilancio sale a otto

Torna su
ParmaToday è in caricamento