rotate-mobile
Cronaca

Omicidio di Gaione, la cognata della vittima: "Vitalie era solare e disponibile con tutti"

"Il marito voleva uccidere la moglie, lui si è messo in mezzo per impedirlo e ha preso la coltellata mortale"

Il 40enne Vitalie Sofroni è stato ucciso a coltellate nel parcheggio di strada Forlanini nella notte tra martedì 5 e mercoledì 6 luglio. Secondo le prime informazioni avrebbe impedito ad un uomo di aggredire la moglie. La testiminianza di Eugenia, cognata di Vitalie. "Siamo stati avvisati che Vitalie è stato accoltellato. Quando siamo arrivati abbiamo capito che si è messo in mezzo per difendere la donna. Il marito voleva uccidere la moglie e ha poi accoltellato Vitalie. Era un ragazzo molto disponibile per tutti: il marito si comportava male con la moglie. Loro due lavoravano insieme, erano amici. Era molto solare e disponibile: sapeva giocare con i bambini e rispettava tutti. Sempre positivo, era molto carino e disponibile". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Gaione, la cognata della vittima: "Vitalie era solare e disponibile con tutti"

ParmaToday è in caricamento