Cronaca

Omicidio Guri, 1 albanese e 1 indiano condannati per rissa

L'uccisione del 18enne indiano davanti all'Ipsia nel 2009 fu uno degli episodi che più sconvolsero la città: le persone coinvolte nella lite hanno patteggiato sei mesi, la pena è stata sospesa

Gurinder Saini

L'omicidio di Gurinder Saini, giovane indiano di 18 anni davanti all'Ipsia dopo la scuola fu uno degli episodi che sconvolsero di più l'opinione pubblica parmigiana. Come si poteva morire all'uscita dalle lezioni per nulla? Una rissa scatenata da futili motivi. Una lite, finita in tragedia, tra ragazzi indiani ed albanesi. L'episodio avvenne nel periodo di Natale del 2009.


E. D., 21 anni, arrestato dopo l'episodio e giudicato colpevole di aver inferto il colpo di coltello mortale, è stato condannato a 15 anni di carcere. Per la rissa invece sono stati condannati oggi, patteggiando la pena, oltre allo stesso giovane anche altre persone A.L. di 41 anni, albanese e J. S. di 21 anni, indiano. Sei mesi di carcere per tutti e due, con la pena sospesa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Guri, 1 albanese e 1 indiano condannati per rissa

ParmaToday è in caricamento