menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio tunisino a Bologna: in tre da Parma per vendicare il fratello

Lo scorso 6 maggio hanno ucciso a coltellate Hedi Naffati, un loro connazionale che aveva ammazzato il fratello di uno dei tre quando era ancora in Tunisia. Arrestato un 33enne, gli altri sono in fuga

Era sbarcato a Lampedusa venti giorni fa Hedi Naffati, 41 anni, il tunisino ucciso a coltellate il 6 maggio scorso nel centro di Bologna. Dalla ricostruzione della Mobile si e' trattato di un'esecuzione: l'uomo e' stato colpito con due coltellate alla gamba sinistra, poi con altri due-tre fendenti quando era gia' a terra. Gli aggressori, partiti da Parma, volevano vendicarsi perchè Naffati aveva ucciso il fratello di uno di loro quando era ancora in Tunisia e poi sarebbe fuggito in Italia. Gli autori sono tre connazionali, uno dei quali - M.W., 33enne residente a Parma - avrebbe raccontato tutto alla polizia affermando che gli altri due sono in fuga e che lui ha avuto, in questa vicenda, solo un ruolo marginale. L'uomo è stato arrestato e si trova nel carcere di via Burla.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento