menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ex comandante del Ris Luciano Garofano

L'ex comandante del Ris Luciano Garofano

Omicidio Meredith, Garofano: "Prova scientifica è fondamentale"

L'ex comandante del Ris di Parma: "Anche se talvolta da sola non ce la fa a dimostrare la colpevolezza o l'innocenza di un cittadino. E' chiaro che deve fondersi con quelle testimoniali e dichiarative"

Intere giornate di udienza dedicate alle tracce di Dna al centro del processo d'appello a Raffaele Sollecito e ad Amanda Knox accusati dell'omicidio di Meredith Kercher, ma ancora non tutti i dubbi sulla prova scientifica sembrano dissipati. Secondo l'ex comandante del Ris di Parma, il generale dei carabinieri Luciano Garofano, che premette di non volere commentare in alcun modo il procedimento perugino, però "la prova scientifica rimane fondamentale nel processo penale italiano e nel mondo".

"Non possiamo farne a meno - ha sottolineato parlando con l'ANSA -, anche se talvolta da sola non ce la fa a dimostrare la colpevolezza o l'innocenza di un cittadino. E' chiaro che deve fondersi con quelle testimoniali e dichiarative". Garofano ha seguito tra il pubblico le ultime udienza del processo Sollecito-Knox dedicate alla perizia sulle tracce di Dna. "Per interesse culturale e professionale", ha spiegato senza mai volere entrare nel merito del processo. L'ex comandante del Ris ha comunque sottolineato quanto sia importante il ricorso alla scienza in ambito investigativo. Non solo per il Dna ma anche per "telefoni, computer e impronte digitali". "Per questo è importante creare anche localmente - ha sottolineato - dei veri specialisti con apparecchiature d'avanguardia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Salute

Come calcolare l'Indice di Massa Corporea

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 170 casi e un morto

  • Cronaca

    Covid: "Negli ultimi giorni abbiamo ricoverato molti giovani"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento