menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
M.D, 31 anni arrestato con l'accusa di aver ucciso Afis Cimirinschi

M.D, 31 anni arrestato con l'accusa di aver ucciso Afis Cimirinschi

Omicidio di via Micheli | Lite per un riparo di fortuna al parco Nord: in manette un 31enne bielorusso

L'accusa è di omicidio preterintenzionale quella ai danni di M.D., 31enne originario della Bielorussia, che aveva picchiato violentemente la vittima provocando lesioni che hanno determinato la morte

Una contesa per un riparo di fortuna dove passare la notte nei pressi del Parco Nord la ragione che ha portato alla rissa violenta dove ad avere la peggio è stato Afis Cimirinschi, moldavo senza fissa dimora, rinvenuto cadavere il 16 gennaio scorso in via Micheli. L'uomo era stato rinvenuto a seguito di una segnalazione arrivata al 118 nella notte, ma inizialmente l'identificazione si era resa difficoltosa dall'assenza di documenti. La vittima era già nota alle forze dell'Ordine per piccoli precedenti legati al tipo di vita che conduceva, un abuso di alcool che lo aveva portato in più occasioni a commettere furti, opporre resistenza a pubblico ufficiale nel corso di controlli, o mostrare comportamenti violenti.

Dai primi rilievi sul suo corpo erano state registrate gravi lesioni in particolare alla nuca, ma a contribuire alla morte hanno inciso anche le rigide temperature notturne e lo stato di ubriachezza. Mesi di indagini hanno permesso di ricostruire la vita della vittima e di individuare tra le sue frequentazioni il responsabile delle ferite profonde causate dalla lite. Si tratta di M.D., 31enne di origini moldave, noto anche con un cognome falso che utilizzava come alias durante i controlli. M.D. frequentava quotidianamente la vittima condividendo la vita di strada e la dipendenza dall'alcol. Era già noto per piccoli precedenti per comportamenti violenti e resistenza. Proprio quel riparo di fortuna nei pressi del Parco Nord è stato la causa scatenante della lite tra i due che ha portato Afis Cimirinschi in fin di vita per le profonde lesioni alla testa. Dagli indizi raccolti il Gip Cristina Sarli ha emesso, su richiesta del PM Umberto Ausiello, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Ora M.D. si trova in via Burla con l'accusa di omicidio preterintenzionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento