rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Cronaca

Omicidio a Santa Cristina, le indagini: giovedì l'autopsia sul corpo di Rita Pissarotti

Gli investigatori stanno scandagliando la vita di Paolo Zoni e Rita Pissarotti, uccisa a coltellate nella camera d'albergo in cui si trovavano in vacanza: domani la convalida dell'arresto

L'avrebbe uccisa a coltellate mentre si trovava a letto, nella camera d'albergo del residence Santa Cristina, e poi sarebbe scappato con l'intento di prendere l'autostrada a Bolzano Nord e darsi alla fuga. Paolo Zoni, 64enne di Collecchio ex carrellista, si trova nel carcere di Bolzano accusato di omicidio volontario: secondo l'accusa sarebbe stato lui ad infliggere le numerose coltellate che hanno provocato la morte della moglie, di 4 anni più giovane di lei. L'autopsia sul corpo di Rita verrà effettuata giovedì 16 agosto: solo la perizia potrà stabilire la causa della morte, il numero di coltellate inferte sul suo corpo e la dinamica esatta dell'omicidio. Paolo Zoni è stato fermato al distributore, in un'area di servizio vicino all'ingresso dell'autostrada. Stava per fare benzina quando all'improvviso i carabinieri hanno effettuato un blitz con le pistole spianate: Zoni non ha opposto resistenza ed è stato ammenettato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Santa Cristina, le indagini: giovedì l'autopsia sul corpo di Rita Pissarotti

ParmaToday è in caricamento