Omicidio di San Prospero, un vicino: "C'era un via vai di persone ma non hanno mai creato problemi"

Le attività che si svolgevano dentro al casolare di via Angelica non creavano preoccupazione nei residenti: "Non è stata mai registrata nemmeno una rissa"

Il casolare di via Angelica

"Non hanno mai creato particolari problemi ai vicini, forse anche perchè si tratta di un zona isolata". Un giovane che vive vicino al casolare all'interno del quale si è consumato il duplice omicidio racconta che quel club privato non creava problemi al vicinato. "C'era del via vai ma qui è stato sempre tutto molto tranquillo. Non c'erano risse, non c'erano situazioni di degrado, come da altre parti". Un club privato, come testimonia anche l'insegna 'Open' che non suscitava nessun problema per i vicini, nè per i proprietari dell'edificio. Dentro a quegli spazi però due persone sono state uccise: starà agli inquirenti chiarire il movente e le modalità del delitto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento