menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Padre picchiato e spintonato dal figlio

Roberto Zoppi è stato arrestato con l'accusa di omicidio preterintenzionale: non c'era sangue sul luogo del delitto né ferite lacerocontuse sul corpo

La vita di Severino Zoppi, l'83enne morto in seguito ad una violenta lite con il figlio Roberto, arrestato nel tardo pomeriggio di ieri venerdì 3 marzo, dopo alcune ore di interrogatorio, è finita presumibilmente prima delle 8.30, l'orario della colazione. Il figlio, secondo le prime informazioni, avrebbe picchiato e spintonato l'anziano padre, finito poi sul pavimento. L'83enne soffriva di disturbi cardiaci. Secondo le informazioni acquisite il giorno dopo la morte violenta di Severino Zoppi, sul luogo del delitto non ci sarebbero state tracce di sangue e non ci sarebbero ferite lacerocontuse sul corpo dell'83enne. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento