rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

Giovane ucciso in via Gobetti, l'autopsia non scioglie i dubbi

Le due ipotesi investigative sono l'aggressione e l'incidente stradale: qualcuno potrebbe aver investito il 22enne nigeriano, incensurato e richiedente asilo e poi essere scappato

Non si scioglie il giallo di via Gobetti, nel cuore del quartiere San Leonardo. Un giovane nigeriano di 22 anni Thankgod Omonkhegbele è stato trovato morto nella notte tra il 31 dicembre ed il 1° novembre alle 2.30: i residenti hanno visto il corpo senza vita accasciato in strada ed hanno avvertito le forze dell'ordine. Fin dalle prime ore della mattina l'ipotesi più probabile era quella dell'omicidio: poi la stessa Questura aveva comunicato che gli accertamenti sulle cause del decesso erano ancora in corso. I risultati dell'autopsia che si è svolta ieri 2 novembre non aiutano ad avere certezze poichè le ferite al capo, una nella zona posteriore e una frontale, sono compatibili sia con l'aggressione sia con l'incidente stradale. Oltre all'ipotesi dell'aggressione infatti viene tenuta in considerazione quella del pirata della strada, che avrebbe investito il giovane e poi sarebbe scappato. Del resto la mattina del 1° novembre, come ci è stato riferito da un residente, gli investigatori avrebbero cercato un'auto azzurra con segni sulla carrozzeria. Il Pm Alberto Auriello ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio volontario. La vittima, un richiedente asilo, che era arrivato in Italia da due anni, non aveva precedenti penali e non era conosciuta dalle forze dell'ordine. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane ucciso in via Gobetti, l'autopsia non scioglie i dubbi

ParmaToday è in caricamento