menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omofobia, L'Ottavo colore, Savazzi: "Rilanciare gli insulti per sensibilizzare"

Dopo gli insulti ricevuti dalla telefonata anonoma all'associazione L'Ottavo colore la campagna #nonsononormaleperchè. Savazzi a ParmaToday: "Rispondiamo non con vittimismo ma usando quegli insulti per evidenziarne l'assurdità"

"Vergognatevi, fate schifo. Normalizzatevi". Dopo la raffica di insulti ricevuti in una telefonata anonima dalla presidente dell'associazione de L'Ottavo colore Valeria Savazzi la scelta di reagire con una campagna di sensibilizzazione che rilancia quell'insulto. "Non sono normale perchè" è il titolo scelto per la campagna presentata nel corso di una conferenza stampa nella sede dell'associazione che sarà anche l'occasione per aderire al fondo in favore degli alluvionati della Fondazione Munus di Parma. "Vorremmo richiamare il concetto che nessuno è normale e che l'unica normalità da perseguire dovrebbe essere la solidarietà. Non sappiamo cosa sia scattato nella mente della signora che ci ha chiamato per insultarci – commenta Valeria Savazzi -, se la visibilità crescente della nostra associazione o magari il recente episodio di Sala Baganza. Ho anche provato a replicare ma era impossibile poter dialogare. Per questo abbiamo pensato di rispondere a questi insulti cercando però una formula diversa, per non ricadere nel vittimismo, ma rilanciare quell'insulto riabilitandolo per far capire l'assurdità non solo dei contenuti ma di quel gesto. In otto anni, non avevamo mai ricevuto un attacco simile in un modo così pesante". Dall'iniziativa nasce anche l'appuntamento del 18 marzo prossimo al Babylon cafè con l'Abnormal party, una serata dedicata all'inclusione sociale contro ogni tipo di discriminazione e che sarà anche l'occasione per dimostrare la propria solidarietà donando un'offerta in favore del fondo alluvionati di Munus. La campagna de L'Ottavo colore ha già ottenuto più di 500 adesioni in una settimana nei social network, un segnale positivo secondo la presidente, che sottolinea come a Parma ci sia una crescente attenzione nella sensibilizzazione contro l'omofobia. "Abbiamo un appoggio pieno e totale dalle istituzioni locali e dalle associazioni, la situazione a Parma è nettamente migliorata rispetto agli anni scorsi a livello sociale. Per questo è quanto mai importante mettere in luce e isolare atti come quello subito il 19 febbraio, in modo però propositivo, organizzando iniziative che stimolino la riflessione e il confronto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento