menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dagli Opg ai Rems: convegno il 3 dicembre in via Gorizia

. L'apertura della struttura di Mezzani non è un punto di arrivo, ma un'occasione per offrire un ulteriore stimolo alla discussione. Con le REMS, l'obiettivo è cambiato: non è più prevalentemente di sorveglianza e custodia ma è diventato un obiettivo di cura

Attraverso una vera e propria "rivoluzione culturale", vi è stato il passaggio dall'OPG alle REMS - Residenza per l'Esecuzione delle Misure di Sicurezza. L'apertura della struttura di Mezzani non è un punto di arrivo, ma un'occasione per offrire un ulteriore stimolo alla discussione. Con le REMS, l'obiettivo è cambiato: non è più prevalentemente di sorveglianza e custodia ma è diventato un obiettivo di cura, che si può ottenere solo con un lavoro sinergico tra i Servizi di Salute Mentale e gli Organi di Giustizia, con il coinvolgimento delle Amministrazioni locali e con il contributo delle Associazioni dei familiari.
 
La sfida di oggi è guardare alla REMS, culturalmente e non solo per legge, come luogo di ricovero residuale, prevedendo di includere nella rete ordinaria dei servizi la cura delle persone con malattie psichiatriche autrici di reato.

Si parlerà di questo, al convegno organizzato dall'AUSL, il 3 dicembre, dalle 9 alle 17.30 nella sala conferenze Anedda di via Gorizia n. 2. Intervengono: Mila Ferri (responsabile Salute mentale, dipendenze patologiche, salute nelle carceri dell’assessorato Politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna), Giuseppina Paulillo (responsabile REMS di Mezzani) e la sua équipe, Angelo Fioritti (direttore sanitario AUSL di Bologna), Francesco Maisto (presidente Tribunale di sorveglianza di Bologna), Paolo Volta (direttore attività socio-sanitarie AUSL di Parma), Maria Paola Schiaffelli (direttore in missione ufficio esecuzione penale esterna di Reggio Emilia, province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza).

Alle 15.15 circa la tavola rotonda "Dalla misura di sicurezza alla cura in sicurezza dentro la REMS per un percorso fuori", con Remo Azzali (Sindaco di Mezzani), Giuseppe Forlani (prefetto di Parma), Elisa Furia (segretario della Camera penale di Parma), Franco Marzullo (direttore sanitario comunità Mondo piccolo), Pietro Pellegrini (direttore dipartimento assistenziale integrato salute mentale dipendenze patologiche AUSL di Parma), Giuliano Turrini (direttore sanitario casa di cura Villa Maria Luigia). Modera Valerio Giannattasio, direttore f.f. U.O. salute mentale adulti e dipendenze patologiche distretto Sud-Est. Le conclusioni sono affidate a Ettore Brianti, direttore sanitario AUSL di Parma.
E’ un’iniziativa realizzata nell’ambito della rassegna 2015 “La salute della salute mentale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Attualità

Cgil: assemblea per far ottenere i rimborsi ai rider

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento