A parma Optissimo e Lions donano gli occhiali alle popolazioni in difficoltà

Nei negozi di Parma OptissimO promuove due iniziative solidali: la Raccolta degli Occhiali Usati da donare ai più bisognosi, in collaborazione con i Lions e Occhiali da Vista a partire da 9€ per i possessori della social card.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Il Gruppo Randazzo, primaria catena di ottica con 189 negozi in Italia (101 a insegna Optissimo, 88 Corner Optique), conferma il suo impegno sociale con due iniziative solidali fino a fine dicembre. La raccolta dei vecchi occhiali in collaborazione con il "Centro Italiano Lions per la Raccolta degli Occhiali Usati" e occhiali da vista a prezzi "sociali" per i possessori di "Carta Acquisti" sono i progetti di cui si fa promotore OptissimO con i suoi punti vendita presenti in tutta Italia. In Emilia Romagna saranno coinvolti 4 punti vendita: 2 a Parma (in Strada Cavour e presso il centro commerciale "Eurosia"), 1 a Modena (in via Emilia Centro), 1 a Ravenna (in via Diaz) e 1 a Piacenza (presso il centro commerciale "Galassia").

Raccolta degli occhiali usati. In Italia circa 12 milioni di persone portano un occhiale da vista e con un ricambio medio di un paio ogni tre anni, circa 4 milioni di vecchi occhiali vengono dismessi annualmente e purtroppo molti rimangono chiusi in un cassetto. In collaborazione con il "Centro Italiano Lions per la Raccolta degli Occhiali Usati", OptissimO ha deciso di promuovere un'iniziativa di raccolta presso i propri punti vendita, per poi donare gli occhiali ricevuti a chi ne ha bisogno. Inoltre tutti coloro che porteranno nei negozi OptissimO il proprio occhiale usato, riceveranno un buono da 100 euro spendibile su un modello da vista o 50 euro per uno da sole. I vecchi occhiali saranno donati da OptissimO ai Lions, impegnati da 70 anni in iniziative a favore dei non vedenti e delle persone con problemi di vista nei Paesi in via di sviluppo e in Italia. Il Centro Italiano Lions per la Raccolta degli Occhiali Usati, attivo da cinque anni, si trova a Chivasso e ha contribuito lo scorso anno in maniera significativa alla raccolta mondiale di 5 milioni di occhiali usati.

Occhiali a partire da 9 € per i possessori di social card. Nel 2012 lo Stato ha accreditato 4 milioni di euro, pari al 2,1% della spesa complessiva, su quasi 10 mila Carte Acquisti (la social card lanciata dal Governo nel 2008) erogate in Emilia Romagna. (Fonte: Ministero del Lavoro e delle politiche sociali - elaborazioni su dati SICA ‐ Sistema Informativo Carta Acquisti).

Dopo le molte adesioni del 2012 OptissimO offrirà nuovamente l'opportunità alle persone e alle famiglie in difficoltà, titolari della Carta Acquisti (la social card lanciata dal Governo nel 2008), di acquistare gli occhiali da vista completi di lenti a un prezzo sociale di 9 euro. La Carta Acquisti, il cui fondo è stato incrementato di 250 milioni di euro per il 2014, allargherà l'utenza anche agli stranieri che vivono in Italia e in possesso di permesso di soggiorno e punta a raggiungere tutte le famiglie in povertà assoluta: oltre un milione, pari al 4,2% del totale di quelle residenti nel nostro Paese. L'iniziativa senza fini di lucro, sarà valida da novembre a dicembre nei negozi OptissimO. L'occhiale verrà realizzato con lenti di qualità e la montatura si potrà scegliere su buona parte dell'assortimento. Per comprare l'occhiale i possessori della Carta Acquisti dovranno esibire la card e compilare un apposito modulo. Di questa opportunità potranno beneficiare anche i familiari dei possessori della social card, mostrando in negozio lo stato di famiglia.

"La nostra azienda crede fermamente nell'importanza di sviluppare iniziative solidali a favore delle famiglie italiane in difficoltà, soprattutto in questo delicato contesto socio-economico del Paese - dichiara Agostino Randazzo, Presidente del Gruppo. Anche l'iniziativa di Raccolta degli occhiali usati a favore dei più bisognosi rientra nel cammino di responsabilità sociale, che abbiamo intrapreso da tempo e condiviso con i nostri clienti, attenti e sensibili a queste tematiche."

Torna su
ParmaToday è in caricamento