Confesercenti: "Valorizzare il lavoro, non deprimerlo. Ordinanze da ritirare"

Presa di posizione dell'associazione dei commercianti sulle nuove regole

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Valorizzare il lavoro non deprimerlo: queste ordinanze sono da ritirare.

Purtroppo ci troviamo a dover commentare nuovamente alcune ordinanze che toccano pesantemente le imprese commerciali, artigiane e di somministrazione del Centro Storico. In un momento così drammatico per l’economia nazionale e locale, prendiamo atto che vengono attivati provvedimenti come questi, che imbrigliano e limitano le attività economiche anziché metterle in condizioni di lavoro ottimali la questione del lavoro e dell’occupazione dovrebbe essere il faro, la luce da seguire e incentivare ogni volta che vi sono segnali positivi: qua invece si fa al contrario, si vanno a danneggiare attività che sono qualificate per legge come “ attività di servizio ai consumatori”. Poniamoci dunque la domanda su come gestire queste situazioni, questi fenomeni sociali ormai diffusi in tutta Europa.

Copiamo dalle altre città più abituate, prendiamo esempio dalle città turistiche, universitarie.. Invece ancora una volta viene emessa un’ordinanza poco chiara, discriminante e di difficile applicazione: ad esempio sembra che i ristoranti e i bar che hanno tavoli esterni debbano comunque servire le bevande in bicchieri di plastica anche ai pasti, il che francamente è surreale. Pealtro dovrebbe già esistere un'altra ordinanza, questa si condivisa, a tutela dei cittadini contermini che prevede il divieto di vendita e somministrazione in contenitori metallici o di vetro per asporto.
Fiepet Confesercenti non ha mai discusso ne approvato tali provvedimenti, proprio perché già sperimentati con scarsi risultati negli anni scorsi; aggiungiamo che il testo dell’ordinanza stessa è arrivato in Confesercenti questa mattina, senza la richiesta di alcun parere preliminare o consultivo da parte nostra. Auspichiamo quindi che vi sia la disponibilità a correggere, chiarire – e possibilmente evitare - queste ordinanze, costruendo esperienze innovative e migliorative, come peraltro accaduto proprio la settimana scorsa con il pattugliamento congiunto di Polizia Municipale e Forze dell’Ordine in Oltretorrente, un episodio che ha riscosso – questo si - il plauso di clienti, residenti e commercianti e che speriamo sia ripetuto.

p. Fiepet Confesercenti Parma
Federazione Italiana Esercenti Pubblici e Turistici
Stefano Cantoni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento