Dopo le polemiche Pizzarotti vieta il circo con animali a Parma

E' stata emessa una ordinanza Sindacale, al fine della tutela dell'ordine pubblico, contingibile ed urgente -sino al 31 ottobre 2012- vietante, sul territorio comunale, l'utilizzo e l'esposizione di animali

"Considerato -si legge in una nota del Comune di Parma- che, recentemente, nel Comune di Imola si è verificato un grave episodio in seguito alla fuga di una giraffa del circo Martini, causando gravi danni ad autoveicoli; considerato anche che il suddetto episodio si è concluso con il decesso dell’animale per cause ancora in corso d’accertamento, e visto il clima di agitazione che questo fatto ha suscitato nel Comune di Parma, ai fini della tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza è stata emessa una ordinanza Sindacale contingibile ed urgente (sino al 31 ottobre 2012)  vietante, sul territorio comunale, l’utilizzo e l’esposizione di animali - con l’eccezione di quelli domestici o da compagnia - per attività di spettacolo e di intrattenimento del pubblico. L’inosservanza di tale ordine comporterà la denuncia del trasgressore all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 650 del codice penale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Bimbo di 2 anni azzannato da un cane in via Po: è grave in ospedale

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

  • Coronavirus: tutti gli aggiornamenti sul nuovo focolaio nella Bassa parmense

Torna su
ParmaToday è in caricamento