Ospedale Maggiore, i reclami? "Non siamo la maglia nera in Regione"

La Direzione Generale dell'Azienda risponde alla critiche del consigliere della Lega Roberto Corradi: "Sono aumentati gli elogi, Parma è il secondo ospedale in Emilia-Romagna come dimensioni e complessità delle funzioni"

Ospedale Maggiore. Il consigliere regionale della Lega Nord Roberto Corradi ha presentato un'interrogazione alla giunta parlando di record di reclami. Ma l'Azienda Ospedaliero-Universitaria non ci sta e risponde. "L'ospedale di Parma non è ma maglia nera a livello regionale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In riferimento alla notizia diffusa sulla stampa locale -si legge in una nota- la Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma vuole chiarire che non è corretto parlare di un record di reclami all’ospedale Maggiore. Nel corso del 2010 a fronte di oltre 52.803 ricoveri e 4.169.359 prestazioni ambulatoriali sono pervenuti 240 elogi, 531 reclami (circa la metà sono ricorsi ticket), 54 rilievi e 7 suggerimenti.

Sicuramente l’ospedale Maggiore di Parma non è “maglia nera” a livello regionale, come si può evincere dai dati contenuti nella tabella in calce, tratta dal dossier dell’Agenzia sanitaria e sociale regionale. Per quanto riguarda i reclami, rispetto al 2009 si registra un aumento delle lamentele per il pagamento del ticket (+308%), in particolare relative all’introduzione di nuovi tariffe per l’accesso al Pronto Soccorso: 228 segnalazioni rispetto alle 74 del 2009. Si evidenzia inoltre una riduzione dei reclami relativi ad aspetti clinici, assistenziali, alberghieri o burocratici (-14%). Contestualmente si registra un aumento degli elogi (+20%).

L’elevato numero di reclami relativi ai nuovi ticket di accesso al Pronto Soccorso è giustificato dal fatto che il Pronto Soccorso di Parma copre circa il 70% della domanda di assistenza in emergenza del territorio (oltre 82.000 accessi nel 2010, al quale si aggiungono i 17.000 di area pediatrica). Nella nostra regione la seconda realtà con elevata percentuale di accessi è l’ospedale di Reggio-Emilia che si assesta su una copertura del 45% circa. A proposito dei reclami classificati come “rilevanti per la gestione del rischio”, i numeri attribuiti all’Azienda parmense sono l’esito di una corretta adesione ai protocolli operativi regionali, come evidenziato nel testo introduttivo alla tabella del dossier regionale: “Questo sistema di registrazione è attualmente utilizzato da tutte le Aziende sanitarie, ma con diversa intensità da una all’altra”.

E' giusto rilevare, infine, che i dati riportati nel dossier necessitano di una corretta interpretazione, che tenga conto dalle dimensioni dell’ospedale Maggiore di Parma (il secondo in regione dopo il Sant’Orsola di Bologna) e della complessità di molte funzioni che sono svolte al suo interno. È infatti un luogo di cura ad alta specializzazione nel quale è riscontrabile un fattore di rischio più elevato. Per questo la Direzione aziendale rivolge massima attenzione alle segnalazioni, positive e negative, che giungono all’Urp, in gran parte inoltrate dai cittadini, a fronte delle quali sono effettuate verifiche e approfondimenti sui percorsi in atto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento