menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale Vecchio, 3 milioni di euro per il consolidamento della Crociera 

Via libera della Giunta Comunale, su proposta dell'assessorato ai lavori pubblici: tutti i dettagli

Via libera della Giunta Comunale, su proposta dell'assessorato ai lavori pubblici, guidato da Michele Alinovi, al progetto preliminare di consolidamento strutturale della crociera dell'Ospedale Vecchio - Distretto della memoria sociale, civile e popolare. Sono stati stanziati 3 milioni di euro per dare seguito al progetto, da avviare nel corso del 2017. Il Complesso dell’Ospedale Vecchio è senza alcun dubbio un monumento dal riconosciuto valore simbolico, ubicato in “Oltretorrente”, uno dei luoghi meno noti al visitatore occasionale. Il progetto intende recuperare e riqualificare questo importante luogo cittadino, attualmente poco conosciuto al pubblico grazie ad un progetto di riqualificazione architettonica della crociera per la sua trasformazione in galleria culturale urbana.

Il progetto ha permesso, vista la sua importanza, l’accesso ai fondi POR FESR dell’ Asse 5. Nel progetto più ampio di recupero dell'intero complesso, i lavori interesseranno in via prioritaria il recupero della Grande Croce, fulcro ed elemento ordinatore dell’intero complesso, provvedendo innanzitutto al consolidamento della struttura stessa. La Grande Crociera è costituita da una struttura a doppio livello composta da due grandi navate, sviluppate rispettivamente in direzione nord-sud ed est-ovest. Ciascuno dei bracci che si dipartono dallo spazio centrale, sormontato da una monumentale cupola emisferica, risulta articolato su due livelli.

Dal punto di vista strutturale nella Grande Crociera non sono evidenti immediate criticità, in quanto la possanza delle murature, nonché le fitte catene trasversali presenti nelle navate ne hanno preservato l'integrità, soprattutto in relazione alla vetustà dell’edificio, tuttavia le lesioni presenti presuppongono interventi di consolidamento strutturale sia sugli alzati che sui solai e nelle volte. Il progetto di recupero si articola per gradi, partendo dalla necessità di procedere ad un’accurata analisi dello stato di danneggiamento delle strutture, al fine di poter determinare la risposta sismica dell’edificio e definirne le carenze strutturali; una volta evidenziate le possibili criticità si procederà mediante l’introduzione di opportuni presidi, possibilmente di tipo tradizionale per non intaccare il carattere originario del manufatto e, solo nel caso in cui l’approccio tradizionale non fornisca sufficienti elementi di sicurezza, verranno attentamente studiati interventi di tipo innovativo. Ad oggi il Comune sta già intervenendo nell'ambito dello stesso complesso, con l’intervento di recupero e riqualificazione architettonica del settore Nord – Ovest, ospitante la Biblioteca Civica

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma torna in zona gialla: cosa cambia

  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento