Ozzano Taro, mancano le commesse: l'Alfaderivati chiude. Lavoratori 'salvi'

Senza lavoro non si può andare avanti. Così un'altra azienda storica della provincia chiude i battenti. Gli stabilimenti saranno vuoti: i 46 lavoratori destinati altrove o incentivati al pensionamento

L'Alfaderivati di Ozzano Taro chiude. Produceva manufatti metallici per l'edilizia. D'ora in poi i suoi stabilimenti saranno vuoti. Nessun lavoratore entrerà più qui per il turno. E un altro capannone industriale rimarrà in stato di abbandono. I 46 lavoratori saranno destinati altrove o incentivati al pensionamento. La Fiom, insieme alla Uilm di Parma e alla Rsu dell'azienda, ha firmato un accordo che garantisce tutele agli ex addetti della storica azienda nel comune di Collecchio.

La crisi dell'Alfaderivati inizia tre anni fa, quando furono firmati i primi contratti di solidarietà. Da luglio di quest'anno i primi tentativi di trattativa per evitare la chiusura. Ma le commesse cominciano a mancare -si parla dell'80% in meno rispetto a pochi mesi prima- e la decisione è quasi obbligata. E i lavoratori? Sette verranno reimpiegati presso la Alfacciai di Brescia, con la garanzia di un servizio di trasporto a tempo indeterminato e lo stesso trattamento economico e normativo.

Per tutti i lavoratori è previsto un periodo di 9 mesi di Cassa Integrazione Straordinaria al termine della quale a 7 lavoratori, vicini all'età di quiescenza, verrà garantito una integrazione al 100 % del trattamento pensionistico. Ai rimanenti 32 lavoratori verrà garantito un incentivo all'esodo di 47 mila euro oltre all’accesso al trattamento di mobilità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento