menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pali Italia, ferie arretrate non pagate: presidio di fronte al Tribunale di Parma

L'iniziativa del 20 maggio ha lo scopo di sensibilizzare le Istituzioni, il Tribunale e la Cittadinanza sulla situazione che stanno vivendo i lavoratori della Pali Italia che, oltre a non aver ancora ricevuto il pagamento delle ferie arretrate, che necessita di autorizzazione da parte del Giudice,

Il 20 maggio. per la seconda volta in pochi mesi, i lavoratori della Pali Italia, azienda in Procedura di Concordato, tornano a manifestare di fronte al Tribunale di Parma. Era già successo un paio di mesi fa, in quell'occasione i lavoratori manifestarono la loro rabbia nei confronti dell'azienda che non pagava gli stipendi da 3 mesi. L’iniziativa di domani ha lo scopo di sensibilizzare le Istituzioni, il Tribunale e la Cittadinanza sulla situazione che stanno vivendo i lavoratori della Pali Italia che, oltre a non aver ancora ricevuto il pagamento delle ferie arretrate, che necessita di autorizzazione da parte del Giudice, si trovano senza lavoro in quanto l'attività lavorativa è cessata ormai da diverse settimane e non hanno notizie rassicuranti su come la stessa azienda che li ha portati in questa situazione stia procedendo alla cessione ad altri imprenditori.

Alla manifestazione, che inizierà alle ore 10, parteciperà anche una delegazione di ex dipendenti Pali Italia usciti in mobilità che, alla data del 16 gennaio 2015, quando l'azienda non era ancora in Procedura di Concordato, non avevano ricevuto il saldo del loro incentivo all'esodo, così come previsto da accordo sindacale sottoscritto in Provincia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Salute

Come calcolare l'Indice di Massa Corporea

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 170 casi e un morto

  • Cronaca

    Covid: "Negli ultimi giorni abbiamo ricoverato molti giovani"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento