menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pali italia: lo sfogo della moglie di un dipendente sulla pagina Facebook di Parmatoday

La signora scrive chiedendo di accelerare i tempi della vendita dell'azienda e di salvaguardare i lavoratori e alla ex dirigenza dice. "Vergognatevi".

Si fa pesante la situazione dei lavoratori della Pali Italia, dopo la dichiarazione di fallimento avvenuta nel luglio scorso da Parte del giudice Pietro Rogato del Tribunale di Parma, che aveva stabilito l'impossibilità manifestata dall'azienda di presentare un piano di concordato e dopo la nomina dei due curatori fallimentari Donatella Bertozzi e Ferdinando Sarti, la moglie di uno dei lavoratori si sfoga sulla pagina Facebook di Parmatoday e chiede velocità e chiarezza per il futuro delle famiglie dei dipendenti.

Ecco cosa scrive la signora: "Scrivo su questa pagina per far conoscere la nostra situazione!!Anch'io sono la moglie di un lavoratore della pali italia quest'ultima ci ha messo alla fame! Ho 2 bambini, un mutuo da pagare,bollette arretrate con solleciti di pagamento!! Ci hanno lasciato senza un euro, si devono VERGOGNARE!!!! Chiedo ai signori curatori di accelerare i tempi della vendita e la salvaguardia del maggior numero di posti di lavoro!".

Una situazione grave che si protrae da oltre un anno, da quando la dirigenza dichiarò un numero elevato di esuberi. Arrivarono poi a stabilire un accordo che creò 50 esodati e, infine, arrivò la richiesta di accesso alla procedura di concordato, ormai naufragata.

I lavoratori comunque non si sono dati per vinti e hanno messo in atto numerose proteste, proposte - anche attraverso i sindacati - e hanno sollecitato più volte le istituzioni. Un ulteriore grido di aiuto dalle famiglie di questi lavoratori che vivono e portano avanti il tessuto produttivo delle nostre zone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento