menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scambiatore Sud: si aspetta l'autobus sotto il sole ed è pieno di rifiuti

Il parcheggio che dovrebbe consentire ai turisti di lasciare l'auto per venire in centro con i mezzi è in perfetto stato di abbandono. Presentata anche un'interrogazione dal consigliere Pd Matteo Caselli

parcheggio-scambiatore-sudL'idea era quella di fornire un'alternativa al caos cittadino, realizzando un parcheggio che permettesse di lasciare la propria auto per utilizzare i mezzi di trasporto urbano. Tuttavia sono numerose le mancanze del parcheggio scambiatore Sud.

Una prima criticità sollevatà riguarda proprio la fruibilità del servizio autobus. Costruita inizialmente, la pensina della fermata è stata successivamente eliminata per fare spazio al distributore di benzina di recente costruzione nella rotonda di accesso, ma non è stata più riposizionata, costringendo chi attende l'autobus a non avere alcun riparo nè dalle intemperie invernali nè tanto meno un seppur minimo refrigerio dal sole. La fermata è segnalata semplicemente da un palo con gli orari, piantato nel terreno vicino al marciapiede. "Sto aspettando che passi un autobus per andar via da qui, non ne posso più di stare al caldo in questo posto desolato", afferma stizzita una signora alla fermata.

A causa dei lavori in corso da tempo, l'area destinata all'ampliamento del distributore adiacente risulta essere facilmente accessibile, anche da non addetti ai lavori: la rete arancione posizionata non garantisce certo l'inviolabilità della zona e in più punti appare sollevata. Nel parcheggio, poi, gli arbusti presenti, piantumati per abbellire e separare gli stalli di sosta, sono in evidenti condizioni di incuria.

E sono numerosi i rifiuti, cantieristici e non solo, abbandonati tra le sparute piante: da farmaci scaduti, bidoni di carta bruciata, resti di alimenti, cartacce, scarpe, bottiglie, tubi, materiali in pvc, abbandonati ai margini del parcheggio. A completare il quadro le numerose buche dell'asfalto, in alcuni punti dissestato, e la presenza di un tombino sopraelevato e non segnalato, che può danneggiare notevolmente le gomme delle auto che ci passano senza accorgersene. "Mi auguro che rendano l'area più dignitosa – commenta un automobilista - anche se si tratta di un parcheggio è anche questa una delle presentazioni che diamo a chi viene da altre città e vuole usufruire di questo servizio. Se ci sono buche, rifiuti, e devo aspettare l'autobus senza neanche un riparo in giornate come queste, probabilmente scelgo altri modi per spostarmi".

Altra questione, sollevata anche da un'interrogazione presentata dal consigliere comunale Matteo Caselli, riguarda la presenza di un'area ecologica adiacente, pronta per essere aperta ma totalmente in disuso. "L’area ecologica prevista – si legge nell'interrogazione del 23 giugno 2011 - risulta essere da oltre 3 mesi pronta per l’attivazione, oggi risulta inutilizzata anche se questa doveva essere operativa già dall’Ottobre 2010, mentre in realtà è stata terminata con oltre 5 mesi di ritardo".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento